Ricorrere al chirurgo per le celebrities è la normalità, soprattutto quando la natura non è stata abbastanza generosa. Basta sborsare migliaia di euro per avere un aspetto tutto nuovo e per sfoggiare un corpo da urlo. Uno degli interventi più richiesti è quello al seno, visto che avere un décolleté abbondante, che può essere messo in mostra con delle scollature profonde, è il sogno di ogni donna, anche di quelle che hanno raggiunto il successo.

Sarà per la voglia di sentirsi più sicure o per il desiderio di sbaragliare la concorrenza, ma sono moltissime quelle che hanno ricorso alla chirurgia per “gonfiare” il seno, dalle italiane Simona Ventura e Anna Tatangelo, fino ad arrivare a star internazionali come Blake Lively, Megan Fox o Tara Reid. Avere una scollatura generosa, simbolo di sensualità e femminilità, sembra essere una vera e propria mania nel mondo dello spettacolo e la si mette in mostra con orgoglio anche quando è "siliconata" al 100%.

In molti casi, si tratta di donne che anche prima del ritocchino erano già naturalmente meravigliose e che sarebbero riuscite a raggiungere il successo a prescindere dall’intervento del chirurgo. E' proprio per evitare di destare scandalo e per nascondere il più possibile il seno "artificiale" che negli ultimi tempi sta diventando sempre più diffuso il "mini seno". Basterebbe solo qualche puntura per avere un décolleté leggermente più abbondante ma dall'aspetto naturale. Chissà cosa ne penseranno star come Pamela Anderson, divenuta un personaggio iconico degli anni Novanta proprio grazie al suo seno esplosivo.