Il sapone allo zolfo è un ottimo rimedio naturale per chi ha la pelle grassa, anche in presenza di punti neri, acne e brufoli, è infatti spesso raccomandato anche dai dermatologi in quanto ha ottime proprietà astringenti, disinfettanti e antinfiammatorie. Si tratta di un rimedio utile anche per lenire altri disturbi della pelle come psoriasi, dermatite seborroica, rosacea e non solo. Utilizzarlo è davvero semplice, un gesto quotidiano che potrà aiutare a ritrovare una pelle più sana e libera da impurità e piccole problematiche della pelle di viso e corpo. Scopriamo quali sono le proprietà della saponetta allo zolfo, i suoi benefici, come utilizzarla e se ci sono delle controindicazioni.

Proprietà del sapone allo zolfo per la pelle

Questa preziosa saponetta è composta da un minerale naturale, lo zolfo, che è anche una componente essenziale di pelle, unghie e capelli. Il sapone allo zolfo ha proprietà antinfiammatorie, disinfettanti e astringenti, inoltre stimola la produzione di collagene, aiutando così la pelle a rimanere elastica e sana più a lungo. Il sapone allo zolfo favorisce anche la circolazione, in quanto intensifica l'attività del cortisolo, ormone che favorisce il dilatamento dei vasi sanguigni, aiutando così la pelle a espellere impurità e cellule morte. Per questo è efficace in caso di punti neri e acne: non solo purifica, ma favorisce anche la cicatrizzazione della pelle.

Sapone allo zolfo: benefici per pelle grassa, acne e non solo

Il sapone allo zolfo si utilizza comunemente per la cura dell'acne, soprattutto in presenza di pelle grassa: lo zolfo aiuta infatti a assorbire il sebo in eccesso grazie alle sue proprietà astringenti. Questo sapone naturale svolge anche una leggera azione esfoliante, liberando la pelle del viso dalle cellule morte che ne ostruiscono i pori, inoltre è spesso arricchito con acido salicilico, e perossido di benzoile, elementi che svolgono un'azione antibatterica riducendo anche la produzione di sebo. Disinfettando i pori, lo zolfo aiuta a ridurre la proliferazione dei batteri, aiutando così a prevenire la formazione di brufoli e punti neri, per avere una pelle più liscia e pulita.

Il sapone allo zolfo, soprattutto nella sua versione in gel, può essere molto utile in caso di rosacea: aiuterebbe infatti ad alleviare l'infiammazione e il prurito. Prima di acquistarlo è consigliabile però parlarne prima con il dermatologo che consiglierà modi e tempi di utilizzo, per evitare possibili irritazioni. Il sapone allo zolfo si è rivelato efficace anche per curare la dermatite seborroica, infiammazione della pelle provocata da un fungo: lo zolfo, grazie alle sue proprietà antimicotiche, aiuta ad uccidere questo fungo migliorando la condizione della pelle. Lo zolfo è efficace anche per distruggere gli acari che provocano la scabbia, malattia della pelle causata da microorganismi che di insediano sotto la cute causando prurito ed eruzioni cutanee. Può essere inoltre utilizzato in caso di eczemi, in quanto allevia il gonfiore, e in caso di psoriasi: il sapone allo zolfo, grazie alla sua azione disinfettante elimina i batteri e riduce il pus che si forma nelle vescicole.

Il sapone allo zolfo è indicato anche in caso di capelli grassi e con forfora, aiuta ad eliminare il sebo in eccesso prevenendo anche la caduta dei capelli: la chioma sarà inoltre più morbida e sana e resterà pulita più a lungo.

Come utilizzarlo

Potete utilizzare il sapone allo zolfo come un normale detergente per il viso: applicatelo tutti i giorni, meglio se la sera, insistendo sulla zona T, cioè fronte, naso e mento. Per un'azione ancora più purificante, utilizzate il vapore, per favorire la dilatazione dei pori prima di insaponare il viso: la pulizia della pelle sarà così più completa ed efficace. Utilizzate infine un tonico astringente per favorire la chiusura dei pori dopo la pulizia. Utilizzatelo quotidianamente solo se avete la pelle grassa: in caso di pelle mista va usato non più di tre volte a settimana per evitare si seccarla troppo e di renderla più vulnerabile a fattori esterni come inquinamento e smog.

In caso di affezioni della pelle, come la psoriasi, applicate il sapone allo zolfo sul corpo detergendo soprattutto le zone interessate: utilizzatelo fino a due o tre volte a settimana per alleviare prurito e rossore.

Dove acquistarlo?

Potete acquistare il sapone allo zolfo nel reparto igiene del supermercato, in erboristeria, nei negozi che vendono prodotti naturali e online.

Controindicazioni

Il sapone allo zolfo non ha particolari controindicazioni, è consigliabile però non utilizzarlo in caso di pelle normale, secca o delicata in quanto potrebbe risultare troppo aggressivo seccando troppo la cute: potrebbe infatti provocare arrossamenti, prurito e gonfiore, producendo anche una leggera desquamazione. L'utilizzo del sapone allo zolfo non è consigliato, inoltre, ai bambini e a chi è allergico all'aspirina.