Non solo rituali scaramantici e riti propiziatori. La vita di un cantante prima del Festival di Sanremo è scandita da ritmi rigorosi e da una preparazione degna di un atleta alle olimpiadi. Abbiamo chiesto al professor Franco Fussi, otorinolaringoiatra e foniatra di fiducia dei più famosi cantanti italiani, da Laura Pausini, ad Andrea Bocelli, passando per Jovanotti e Ligabue, cosa succede nei camerini dell'Ariston, dove anche quest'anno sarà presente per seguire più da vicino i suoi "pazienti": Levante, Elodie, Francesco Gabbani, Francesco Sarcina e Marco Masini. "La performance in sé non mette particolarmente a dura prova i cantanti in gar– dichiara a Fanpage.it – non è come una tournée dove ogni cantante si esibisce sul palcoscenico per più di un'ora e mezza. Ma Sanremo si porta dietro tantissime prove, interviste, conferenze stampa e un carico emotivo non indifferente che può mettere davvero in difficoltà gli artisti".

Come si preparano i cantanti di Sanremo 2020

Una kermesse come Sanremo comporta un aumento del carico di stress sia vocale che emotivo e per questo la preparazione non può essere assolutamente sottovalutata. "In prossimità del festival i cantanti devono prima di tutto fare dei controlli medici per verificare lo stato di salute dell'organo vocale". E chi pensa che lo sforzo fisico dei cantanti consista soltanto in qualche vocalizzo prima dell'esibizione dovrà ricredersi. "La preparazione atletica è indispensabile. I cantanti devono allenarsi facendo degli esercizi per tutto il corpo oltre che degli esercizi di riscaldamento vocale. Sono entrambi indispensabili per assicurare una resa performativa ottimale". E poi potrebbe essere necessario ricorrere anche a un sostegno farmacologico. "I cantanti possono ricorrere a degli integratori per il tono muscolare. Poi può essere utile assumere alcuni farmaci specifici per la voce: come i decongestionanti per la mucosa a base di bromelina che ha un'azione antiedemigena, ovvero riesce a mantenere tonica la muscolatura. Infine ci sono altri due alleati delle corde vocali: i preparati a base di acido ialuronico e quelli a base di pectina, che mantengono le mucose sempre ben lubrificate". E se bere almeno due litri di acqua al giorno è indispensabile per tutti, lo è ancora di più per i cantanti: "Bere acqua è importantissimo. Ma per mantenersi ben idratati c'è anche un altro trucco: mettere sotto le narici un fazzoletto di stoffa bagnato e respirarci dentro. In questo modo si previene la secchezza e la disidratazione". 

Il dottor Franco Fussi con Elodie e con Francesco Sarcina
in foto: Il dottor Franco Fussi con Elodie e con Francesco Sarcina

Sanremo 2020: la dieta dei cantanti

Controlli medici, preparazione atletica, ma quanto conta anche l'alimentazione prima del festival di Sanremo? "In primis bisogna evitare eccessi alimentari. In particolare è meglio non mangiare proteine perché la digestione può essere molto lenta. Meglio optare per un piatto di pasta. I carboidrati infatti sono più digeribili e forniscono all'organismo un carico di energie immediato, da poter sfruttare subito durante la performance sul palcoscenico". E poi bisogna stare attenti ai cibi che possono provocare reflusso: "Il reflusso gastrico è pericoloso per le corde vocali: dà irritazione, indurisce e ‘timbra' la voce. Per questo prima di salire sul palco bisogna evitare di mangiare pomodori, agrumi, bevande gassate, caffè e cioccolato". Che il cioccolato sia il nemico uno dei cantanti non è solo una diceria: "Il cioccolato, come la menta e il caffè, secca la mucosa e le corde vocali e sfavorisce l'idratazione nel preperformativo. Per questo è assolutamente da evitare". E se Sanremo è sinonimo di tradizione, la tradizione si porta anche in tavola: "Il mio consiglio – suggerisce il professor Fussi – è mangiare, un paio d'ore prima di un'esibizione, un bel piatto di pasta". 

Il dottore con Levante
in foto: Il dottore con Levante

Laringite, febbre e afonia: come si curano i cantanti

Laringite, febbre, infiammazioni sono all'ordine del giorno nella vita di un cantante, soprattutto durante periodi particolarmente stressanti come prima di un festival: lo scorso anno Arisa è salita sul palco con 39 di febbre, Laura Pausini nel 2018 è stata colpita da una laringite fortissima proprio a pochi giorni dal Festival . "Durante questi anni ho dovuto fronteggiare diverse emergenze. Ricordo che Laura Pausini due anni fa era praticamente afona. Quando la situazione è particolarmente critica si deve ricorrere ai corticosteroidi avendo cura di prenderli al mattino e non troppo a ridosso dell'esibizione perché possono provocare uno stato di eccitazione e il cantante rischia di non essere completamente padrone della situazione sul palcoscenico". Oltre ai farmaci ci sono anche alcuni rimedi naturali che possono arrivare in aiuto dei cantanti. "In caso di leggera faringite si può assumere l'erisimo, che non a caso è definito erba dei cantanti. È molto utile quando c'è un leggero stato infiammatorio. Attenzione a non assumerlo senza che sia necessario: rischia di indurire le corde. In caso invece di stati infiammatori delle vie aeree è meglio evitare l'aerosol con famarci a base di cortisone perché rischierebbe di seccare ancora di più il nostro organo vocale, meglio ricorrere ai classici fumenti con bicarbonato e camomilla. Infine, se proprio non possiamo fare a meno di ricorrere a un antinfiammatorio meglio evitare i fans e l'acido acetilsalicilico: il rischio, soprattutto per le donne, è che si indeboliscano i capillari e che si possa andare incontro a delle emorragie delle corde vocali. Meno rischioso è il paracetamolo".

Il dottor Franco Fussi con Marco Masini e con Francesco Gabbani
in foto: Il dottor Franco Fussi con Marco Masini e con Francesco Gabbani

I segreti degli artisti prima di salire sul palco dell'Ariston

Oltre l'allenamento anche il momento dedicato al riposo è molto importante per tutti i cantanti in gara: "Prima del festival – suggerisce il professor Fussi – ogni artista dovrebbe fare la cura del sonno e dormire almeno 7 ore a notte". Altrettanto importante è osservare qualche momento di silenzio per riposare le corde vocali: "Anche se non bisogna arrivare agli eccessi dei cantanti lirici che non parlano per un giorno intero prima di una messa in scena. È importante che i cantanti, nell'immediato preperformativo, osservino dei momenti di silenzio per preservare la voce. Allo stesso tempo non bisogna mai sottovalutare il riscaldamento vocale. Per evitare di arrivare alla sera con la voce troppo fredda ed eccedere con i vocalizzi nel camerino prima di salire sul palco, è consigliabile fare qualche minuto di esercizi più volte durante il giorno". Allenamento fisico e vocale, dieta, integratori per i muscoli, decongestionati per le corde vocali, cure naturali e ore di sonno: prima di calcare un palcoscenico come Sanremo, nulla è lasciato al caso.