I sali minerali sono sostanze indispensabili per il corretto funzionamento dell'organismo e per la nostra salute. Si tratta di micronutrienti presenti in piccolissima parte nel nostro corpo, ma la loro presenza è fondamentale per il nostro benessere psico-fisico. Solitamente li assumiamo attraverso il cibo e l'acqua, in quanto non siamo in grado di elaborarli da soli, ed è importante bilanciare la loro assunzione: nessun cibo contiene tutti i minerali di cui abbiamo bisogno, per questo bisogna variare l'alimentazione, così da fare il pieno di tutti gli elementi di cui abbiamo bisogno. La cottura non altera i sali minerali presenti nel cibo anche se, cucinare alcuni alimenti in acqua, potrebbe aiutare a disperderli. Tenendo conto di tutto ciò, è possibile soddisfare i fabbisogni giornalieri di minerali attraverso l'alimentazione: solo in casi di carenza accertata sarà necessario assumere integratori, sempre dietro controllo e indicazione del medico. Scopriamo allora cosa sono e a cosa servono i sali minerali e in quali alimenti possiamo trovarli.

Quali sono i sali minerali e classificazione

I sali minerali che principalmente svolgono intervengono sullo sviluppo del nostro organismo sono calcio, fosforo, sodio, potassio e magnesio. Solitamente i sali minerali si dividono in 2 categorie: macroelementi e microelementi o oligoelementi. I primi sono quelli che svolgono una maggiore funzione nutrizionale per il nostro corpo e devono essere consumati ogni giorno, per un corretto funzionamento dell'organismo. Si raccomanda di consumarne circa 100 milligrammi o più al giorno. I microelementi, chiamati anche oligoelementi, invece, sono quelli di cui abbiamo bisogno in maniera minore: in fabbisogno varia tra i microgrammi e i milligrammi, circa 100 mg o meno al giorno. Nel gruppo dei macroelementi rientrano magnesio, calcio, fosforo, potassio, sodio, cloro e zolfo; nel gruppo dei microelementi troviamo rame, zinco, ferro, selenio, manganese, cromo, floruro, nichel, silicio, vanadio e cobalto. Da notare però che il ferro, pur se considerato un microelementi, è spesso necessario assumerne una quantità maggiore rispetto agli altri della stessa categoria.

Sali minerali: a cosa servono

Insieme a carboidrati, proteine, lipidi e vitamine, i sali minerali sono elementi fondamentali per la vita delle cellule, in quanto partecipano ai fondamentali processi cellulari per lo sviluppo di tessuti e organi, inoltre regolano l'equilibrio salino e gli scambi cellulari. Anche se si tratta di sostanze inorganiche e non energetiche, i sali minerali intervengono quindi in molte reazioni indispensabili per le nostre funzioni energetiche. Alcuni sali minerali sono costituenti fondamentali di ossa e denti, altri sono necessari al funzionamento di enzimi e, altri ancora, sono importanti per il funzionamento di alcuni organi: come lo iodio per la tiroide.

Qual è la funzione dei sali minerali e in quali alimenti si trovano

Ogni sale minerale assolve una sua propria funzione ed è possibile reperirli negli alimenti in diverse misure. Il calcio è importante per la salute di ossa, denti e muscolatura, inoltre aiuta il processo di coagulazione del sangue: lo troviamo nell'acqua, nei latticini, nei legumi, nei cereali e nelle verdure a foglia verde. Anche il fosforo contribuisce alla salute di denti e ossa, svolge una funzione importante per il sistema nervoso e agevola i processi energetici delle cellule: lo troviamo in alimenti proteici come il pesce, le uova, i formaggi, la frutta secca a guscio e le carni. Il potassio è importante per il corretto funzionamento delle membrane cellulari, delle cellule nervose e dei muscoli, soprattutto del cuore: lo troviamo in grandi quantità in carne, verdure, legumi e cereali. Il sodio svolge la stessa funzione del potassio e, in più, è fondamentale per la regolazione della quantità di acqua nell'organismo e partecipa alla trsmissione degli impulsi nervosi: lo troviamo nel sale da cucina anche se quello presente nei cibi che consumiamo sarebbe già sufficiente al fabbisogno giornaliero.

Il magnesio partecipa a molti processi chimici e metabolici e lo troviamo abbondante in legumi, verdure a foglia verde, frutta secca con guscio, cereali e, in quantità minori, anche nella carne, nel pesce e nel latte. Lo iodio, invece, è fondamentale per sintetizzare gli ormoni della tiroide, che partecipano alla regolazione della temperatura corporea ma anche al metabolismo di proteine, grassi e zuccheri: lo troviamo nel pesce e nei molluschi, nel latte, nelle uova e in frutta e verdura. In Italia, poi, data la scarsa quantità di iodio nell'ambiente, si provvede ad addizionare di iodio il sale da cucina: utilizzate quindi il sale in piccole quantità, ma che sia sempre iodato. Il ferro trasporta l'ossigeno e l'anidride carbonica nel sangue e partecipa all'attività di diversi enzimi: è presente in carne, pesce, legumi, verdure a foglia verde, legumi, uova e cereali. Una sua carenza assoluta o relativa può causare anemia, in questi casi sarà il medico a valutare la necessità di integratori e a stabilire le dosi, per ripristinare la situazione. Il selenio svolge una funzione antiossidante e lo troviamo in grandi quantità nel pesce, nei molluschi e nei cereali.