Le piante grasse sono molto resistenti e facili da curare: richiedono quindi poca attenzione, arredano la nostra casa e sono anche benefiche per la nostra salute. Oltre ad essere belle nelle forme e nei colori, donando un tocco in più ai nostri ambienti domestici, le piante grasse aiutano a purificare l'aria, a prevenire alcune malattie e non solo. Scopriamo allora quali sono i benefici delle piante grasse in casa: cactus, ficus, aloe e tutte le piante succulente, possono diventare dei preziosi salvavita, anche per chi non ha il pollice verde.

Purificano l'aria eliminando le tossine

Le piante grasse aiutano a rendere più pulita l'aria della nostra casa, soprattutto la lingua di suocera o sansevieria e l'aloe: si tratta infatti di piante che aiutano a purificarla dalle tossine, eliminando quasi il 90% di composti organici volatili (COV), che sono normalmente presenti nell'aria, soprattutto benzene e formaldeide, che troviamo in oggetti di uso quotidiano, come stampanti, tappeti, ma anche prodotti di pulizie e cosmetici. Le piante grasse evitano anche l'accumulo di monossido di carbonio, emesso dalle automobili, e di radiazioni elettromagnetiche, emesse da cellulari, computer e televisione: utile a questo scopo è soprattutto il cactus. Si tratta di piante da tenere anche in ufficio o nel proprio studio: lasciate una piantina grassa sulla scrivania, in un posto illuminato e non esposto a correnti d'aria, e farà tutto da sola: vi basterà solo vaporizzare  di tanto in tanto la terra in cui è piantata.

Rifornimento di ossigeno giorno e notte

A differenza della maggior parte delle altre piante, che rilasciano anidride carbonica durante la notte, le piante grasse, così come le palme areca e le orchidee, continuano a produrre ossigeno, sia di giorno che di notte. Sono quindi le piante ideali da tenere in camera da letto, così da respirare aria fresca e pulita anche mentre dormiamo, ma sono ottime da collocare anche in bagno e cucina, zone della casa che necessitano di aria fresca tutto il giorno.

Favoriscono la concentrazione

Altro beneficio delle piante grasse è quello di favorire la concentrazione: diverse ricerche condotte su lavoratori e studenti hanno rivelato che avere una pianta grassa nella stanza dove si studia o lavora, aumenta i livelli di attenzione e anche le capacità cerebrali, inoltre aiuterebbero a rendere più efficace la nostra capacità di memorizzazione. Non facciamo mancare quindi una piccola piantina grassa sulla nostra scrivania.

Aiutano a prevenire malattie e malanni di stagione

Avere piante in casa ci aiuta a regolare l'umidità presente negli ambienti domestici, prevenendo così raffreddore, mal di gola, tosse e pelle secca e screpolata. In base a uno studio condotto dalla Agricultural University of Norway, è stata rilevata una diminuzione del 60% negli uffici in cui erano presenti delle piante. Collocare una o più piante grasse sulla propria scrivania, allora, aiuta anche a prevenire malanni di stagione, contribuendo anche ad avere una pelle più morbida e luminosa, grazie all'acqua rilasciata dalle nostre piante.

Accelerano la guarigione

Oltre a prevenire le malattie, le piante grasse favoriscono anche la guarigione dall'influenza, permettendoci di recuperare le forze in fretta e al meglio. In poco tempo aiutano a ridurre i sintomi influenzali, del raffreddore, ma anche tosse e mal di testa. Si tratta di toccasana naturale che possiamo tenere tranquillamente in casa, per stare meglio senza troppi sforzi.

Le piante grasse da tenere in casa

Ma quali sono le piante grasse da tenere in casa? Tra le più benefiche c'è l'aloe vera, facile da coltivare anche in vaso: non ha bisogno di particolari cure per quanto riguarda irrigazione e concimazione e ha bisogno di poca luce e acqua per vivere a lungo. Tra le piante che fanno parte della famiglia dell'Aloe c'è anche il cactus zebra, molto bella e decorativa: ha bisogno di molta luce e, durante la stagione estiva, deve essere innaffiata con maggiore frequenza. Altre pianta grasse da tenere in casa sono le cactacee, conosciute come cactus: possono avere forme e dimensioni diverse, sono dotate di spine e non necessitano di particolari cure. Se amate le piante con sviluppo ricadente, allora scegliete il cactus di Natale o il cactus di Pasqua, che potrete posizionare in casa in vasi appesi, con un effetto ornamentale e decorativo. Molto diffusa negli appartamenti è anche la Crassula Ovata, conosciuta anche come Albero di Giada: ha la forma di un arbusto con tanti rami, foglie tonde e fiori a forma stellata che possono essere bianchi o rosa. Per crescere bene ha bisogno di poca acqua e di molta luce, tenetela quindi vicino a una finestra.