Sfilata Chanel Haute Couture 2020
in foto: Sfilata Chanel Haute Couture 2020

Niente pubblico, giornalisti né celebrità in prima fila: la pandemia in corso sconvolge la Settimana della Moda parigina, che quest'anno sarà esclusivamente digitale. I due appuntamenti principali di gennaio diventeranno solo virtuali: dal 19 al 24 gennaio verranno presentate le collezioni maschili per l'Autunno/Inverno 2021-22, mentre dal 25 al 28 gennaio sarà la volta dell'Haute Couture. La Fédération de la Mode ha confermato che le Maison potranno organizzare sfilate con modelle in carne ed ossa (rispettando scrupolosamente tutte le precauzioni sanitarie) ma gli show dovranno svolgersi rigorosamente a porte chiuse.

La decisione della Federazione della Moda francese

Anche la Francia sta fronteggiando una recrudescenza della pandemia: il governo sta valutando un coprifuoco anticipato alle 18 e, in ultima ipotesi, un lockdown a zone. Condizioni che rendono impossibile quindi organizzare le sfilate dal vivo con la presenza di pubblico. In ogni caso i brand potranno organizzare presentazioni delle collezioni su appuntamento per gli addetti ai lavori, attenendosi strettamente al rispetto delle linee guida per evitare nuovi contagi. Anche la Settimana della Moda Uomo di Milano si svolgerà quasi esclusivamente in digitale: solo tre brand hanno organizzato sfilate (K-Way, Fendi ed Etro) ma a porte chiuse.

Paris Fashion Week, come vedere le sfilate

Il calendario della Paris Men Fashion Week prevede, tra le altre, le sfilate di Louis Vuitton, Dior Homme, Hermès, Paul Smith, Vetements e Celine: la kermesse inizierà il 19 gennaio con Berluti e si chiuderà il 24 gennaio con Jil Sander e  Thom Browne. Il 25 gennaio invece sarà la volta dell'Haute Couture: sfileranno, tra gli altri, Schiaparelli, Dior, Giambattista Valli, Chanel, Jean Paul Gaultier e Valentino. Il pubblico potrà comunque vedere le sfilate online: saranno trasmesse sulla piattaforma digitale della Fédération de la Haute Couture et de la Mode.