Lo scorso 30 ottobre sono nate a Quijing City, in Cina, due gemelle siamesi. Le due bambine condividevano il fegato e lo stomaco e di recente sono state sottoposte ad un intervento per la separazione. I medici davano poche speranze alle gemelline, dato che era la prima volta che veniva praticato un intervento simile nella città di Kunming, la capitale della provincia cinese dello Yunnan. Il padre delle piccole, Chen Fubin, ha raccontato che le sue figlie sono state subito inviate in quell’ospedale poco dopo la loro nascita. I medici hanno affermato che la somministrazione dell'anestesia è stata particolarmente difficile dato il loro peso molto leggero. Le piccole hanno però perso poco sangue durante l’operazione e dopo otto ore di intervento, per fortuna ce l’hanno fatta. Hanno dimostrato di essere particolarmente forti e coraggiose.

Ora si trovano nel reparto di terapia intensiva, ma stanno reagendo molto bene. I genitori sono felicissimi per i risultati ottenuti, hanno sperato fin dal primo momento che le loro piccole riuscissero a sopravvivere. La separazione delle due gemelline è stata la trentacinquesima nel paese che ha avuto successo. Solo pochi giorni fa, due gemelle siamesi del Texas erano sopravvissute ad una operazione simile. Knatalye Hope e Faith Adeline Mata condividevano il torace, i polmoni, il diaframma, il fegato, l’intestino, il colon e il bacino. Grazie ad un team di oltre 26 medici, di cui 12 chirurghi, 6 anestesisti sei e 8 infermieri, le due bambine sono state separate. L'intervento è durato 26 ore, ma fortunatamente le piccole sono sopravvissute.