Meghan Markle e il principe Harry hanno accolto da pochi giorni Lilibet Diana, la loro seconda figlia, chiamata in onore della nonna e della bisnonna paterna. La mamma avrebbe voluto partorire in casa, nonostante il parere contrario della famiglia reale: alla fine la piccola Lili è venuta al mondo in ospedale, precisamente al Santa Barbara Cottage Hospital, la più grande struttura sanitaria tra Los Angeles e San Francisco.

L'ospedale "femminista" in cui ha partorito Meghan

Il Santa Barbara Cottage Hospital ha una storia "femminista": è stato fondato nel 1891 da 50 donne pioniere, per garantire cure mediche alla crescente comunità di Santa Barbara. Le donne fondatrici avrebbero voluto garantire a ogni paziente una comoda sistemazione in un cottage, ma poi il progetto si rivelò troppo costoso e si scelse un edificio più funzionale in stile coloniale spagnolo. Oggi ci lavorano 600 medici e ogni anno vengono alla luce nella struttura circa 2400 bambini, stando alle statistiche pubblicate sul sito web della struttura.

Le stanze con la vasca idromassaggio

Si tratta di una vera e propria struttura di lusso: il Santa Barbara Cottage Hospital si trova a meno di 20 minuti da Montecito, dove vivono Harry e Meghan. Nella zona ci sono moltissime ville dei vip: secondo il Tatler, anche Katy Perry ha dato alla luce la piccola Daisy nello stesso ospedale. Secondo il listino prezzi pubblicato da Insider, il ricovero per il parto naturale costa in media 10mila dollari, circa 8mila euro, cifra che raddoppia per un cesareo. Ogni stanza dell'ospedale è equipaggiata con TV, Wi-Fi, una sedia a dondolo e una vasca idromassaggio per l'idroterapia e l'assistenza al travaglio. Nei corridoi ci sono opere d'arte di artisti locali e quasi tutte le camere dispongono di un ampio balcone. Non stupisce quindi che Soliant Health abbia incoronato questo ospedale come uno dei più belli del Paese nel 2014: una struttura da veri reali!