Olimpiadi Tokyo 2020
23 Luglio 2021
16:44

Olimpiadi di Tokyo: 7 dettagli originali e di stile, tra tatuaggi e nail art spunta anche Simba

Molti atleti imprimono sulla loro pelle il ricordo delle Olimpiadi. In questi primi giorni di Tokyo 2020, però, non si sono visti solo tatuaggi a tema olimpico. Non sono mancate nail art creative e hair style originali, con alcuni dettagli curiosi.
A cura di Giusy Dente
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Olimpiadi Tokyo 2020

"Move forward": questo il motto che ha fatto da filo conduttore alla cerimonia di apertura delle Olimpiadi di Tokyo 2020. La manifestazione sportiva è un fortissimo segnale di ripartenza del mondo dello sport, che finalmente sta andando avanti dopo le difficoltà degli ultimi mesi. Tra danze, esibizioni e ovviamente la sfilata delle squadre con le bandiere dei rispettivi Paesi, sono stati minuti emozionanti che hanno dato ufficialmente avvio ai Giochi, anche se alcune gare si sono svolte in anticipo il 21 e 22 luglio. Non sono mancati alcuni tocchi di stile e alcuni dettagli curiosi che hanno attirato l'attenzione.

Il look tie dye della surfista Carissa Moore

Tokyo 2020 segna il debutto assoluto di alcuni nuovi sport, che non si erano mai visti prima alla kermesse: arrampicata, karate, skateboarding e surf. Si sfideranno 20 surfisti uomini e 20 donne, tra cui la statunitense Carissa Moore. Suo è il record di 11 titoli nazionali conquistati e la vedremo gareggiare tra qualche giorno. I primi round femminili sono infatti in programma il 26 e 27 luglio, per passare poi ai quarti, alle semifinali e alla finale. Nel frattempo lei si sta allenando. Ha sfoggiato un originalissimo costume tie dye in occasione delle prove alla vigilia della cerimonia di apertura, sulla spiaggia di Tsurigasaki a Ichinomiya.

Carissa Moore
Carissa Moore

I tatuaggi della ginnasta Vanessa Ferrari

La ginnasta Vanessa Ferrari arriva alla sua quarta partecipazione olimpica dopo mesi davvero difficili, in cui sembrava che la sua carriera fosse ormai finita. La 30enne, infatti, è reduce da l'ultimo di una lunga serie di infortuni: la rottura del tendine di Achille. Per lei anche l'età è un fattore non trascurabile, visto che già a Montréal 2017 era (a 26 anni) l’atleta più anziana a competere e qualificarsi nella specialità del corpo libero. Tokyo potrebbe essere per lei l'ultima occasione per conquistare la medaglia olimpica nella ginnastica artistica, l'unica che manca al suo ricco palmarés, essendo sempre rimasta fuori dal podio. L'esperienza olimpica lei se l'è tatuata sulla nuca: ci sono gli iconici cinque cerchi olimpici e i riferimenti alle edizioni a cui ha preso parte. Con ogni probabilità, dopo Pechino 2008, Londra 2012 e Rio 2016 comparirà anche la scritta Tokyo 2020.

Vanessa Ferrari
Vanessa Ferrari

La nail art di Mykayla Skinner

Mykayla Skinner è nella nazionale statunitense della ginnastica artistica. A Rio 2016 era presente come riserva, mentre stavolta a Tokyo 2020 fa da protagonista, nella gara individuale. La 24enne è la più "anziana" della squadra e come molte altre colleghe della ginnastica ha puntato su un beauty look a tema. Durante un'esercitazione è stata fotografata con delle unghie bianche decorate con gli iconici cinque cerchi colorati, simbolo dei Giochi. Tra le italiane, anche se di un'altra disciplina (il nuoto) canta una certa passione per gli smalti fluo e le unghie decorate la giovane Benedetta Pilato.

Mykayla Skinner
Mykayla Skinner

Le unghie di Jordan Chiles

Anche Jordan Chiles non ha saputo rinunciare a una nail art a tema olimpico. La statunitense, nella squadra della ginnastica artistica, ha sfoggiato delle unghie color nude con i cinque cerchi colorati disegnati su alcune dita. Le unghie sono uno degli elementi che le atlete amano maggiormente mettere in risalto, forse anche più del make up, che in alcuni sport è richiesto per una questione di espressività, per sottolineare i lineamenti ed enfatizzare l'espressività.

Jordan Chile
Jordan Chile

Lo skate con Simba di Brandon Valjalo

Direttamente dal Sudafrica arriva Brandon Valjalo, al suo debutto olimpico dopo anni di duro lavoro. IL 22enne è nato e cresciuto a Johannesburg ed è dal 2014 una star dello skateboard a livello mondiale. La sua è per la prima volta disciplina olimpica, dopo numerose polemiche circa la sua natura prettamente ‘di strada' più che di competizione sportiva. All'allenamento in vista dell'inizio dei Giochi Olimpici aveva uno skate con Simba disegnato sulla parte inferiore. Simba è proprio il suo soprannome, per due motivi come ha dichiarato lui stesso: "Perché i miei capelli sembravano la criniera di un leone e perché anch'io vengo dall'Africa".

Brandon Valjalo
Brandon Valjalo

Il taglio di capelli di Maria Fazekas

Maria Fazekas è una giocatrice di tennis da tavolo ungherese. Anche lei, come molti atleti, ha optato per tatuaggi a tema olimpico. Il suo è decisamente originale più di tutti, data la sua posizione. La 45enne, infatti, ha nascosto i cinque cerchi olimpici tra i capelli, appena sopra la nuca, rendendo il tutto visibile attraverso una rasatura della zona interessata, col resto della chioma legata in un piccolo chignon alto.

Maria Fazekas
Maria Fazekas

Naomi Osaka con le treccine

La giapponese Naomi Osaka è una delle tenniste più famose del settore, non solo per il suo talento che l'ha portata a essere una delle migliori al mondo, ma anche perché si è ribellata allo stereotipo dell'atleta infallibile. La pressione costante a cui è stata sottoposta negli anni le ha fatto capire quanto sia importante la salute mentale, quanto vada preservato l'equilibrio psicofisico prima di tutto, mentre nel mondo del tennis ha notato una mancanza di rispetto e sensibilità volta a dare un'immagine irrealistica e impossibile di perfezione e perenne spirito vincente. Tokyo 2020 è il suo debutto olimpico e ha scelto di farlo con lunghe treccine colorate.

Naomi Osaka
Naomi Osaka
465 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni