Gli oli essenziali sono davvero preziosi per la pelle del viso: aiutano ad equilibrare la produzione di sebo, in caso di pelle grassa, e a ridurre le imperfezioni, combattono le rughe, nutrono la pelle secca e proteggono la pelle sensibile. Basta scegliere quelli adatti, in base al proprio tipo di pelle, per ottenere ottimi risultati. Scopriamo allora quali sono i migliori oli essenziali per il viso, per donare alla nostra cute un aspetto sano e bello, e come utilizzarli per sfruttare al massimo le loro potenzialità

Olio essenziali per la pelle grassa o acneica: dal lemograss al tea tree oil

La pelle grassa o acneica troverà beneficio dall'utilizzo dell'olio essenziale di lemograss, che si ricava dall'omonima pianta originaria dello Sri-Lanka in India. Ha proprietà antibatteriche e purificanti, oltre a svolgere un'azione astringente. Aiuta quindi a normalizzare la produzione di sebo nelle pelli miste e grasse, controllando anche l'effeto lucido, ed è ottimo in caso di acne. Anche l'olio essenziale di limone svolge un'azione purificante e sebo-equilibrante, cosi come l'olio di arancio o di rosmarino. L'olio essenziale di eucalipto, in particolare quello che deriva dall'eucalipto radiata, oltre a ridurre il sebo, rinfresca ed elimina i cattivi odori. L'olio essenziale di timo ha proprietà antibatteriche, per questo è particolarmente indicato anche in caso di acne, ma è ottimo anche per ridurre i pori dilatati e i punti neri. Svolge anche un'azione opacizzante ed equilibrante. L'olio essenziale di tea tree svolge un'azione cicatrizzante, antibatterica, disinfettante e astringente, benefico quindi per le pelli acneiche e grasse.

Oli essenziali per la pelle sensibile: dalla lavanda alla camomilla

L'olio essenziale di lavanda è utile per il trattamento di diversi disturbi, ed è molto utilizzato in aromaterapia. Svolge un'azione calmante sul sistema nervoso e le sue proprietà lenitive sono perfette per la cura della pelle sensibile o irritata, ma è indicata per tutti i tipi di pelle. Anche l'olio essenziale di rosa è conosciuto per le sue proprietà lenitive, ciò lo rende ottimo anche in caso di pelle soggetta a couperose. Inoltre svolge anche un'azione sfiammante, ideale in caso di pelle irritata o molto sensibile. Anche l'olio essenziale di camomilla svolge un'azione emolliente, calmante e lenitiva e aiuta in caso di pelle arrossata e infiammata: è indicato anche per lenire la pelle da eritemi.

Oli essenziali antirughe: dall'incenso al neroli

Per le pelle matura è indicato l'olio essenziale di incenso dall'azione antiossidante e antirughe: mantiene la pelle del viso elatica e tonica a lungo, ritardando la comparsa delle rughe. Inoltre protegge la cute, la idrata, elimina le macchie della pelle e riduce le cicatrici. Anche l'olio essenziale di carota riduce le rughe, grazie alla sua azione antiossidante, ridona un colorito luminoso alla pelle e attenua le macchie. Può essere utilizzato anche per riparare la pelle rovinata dall'esposizione solare. L'olio essenziale di neroli è un ottimo antirughe, inoltre tonifica ed elasticizza la pelle: è indicato anche per pelli mature allergiche e reattive o soggette a couperose. Illumina il viso donando un aspetto sano.

Oli essenziali per pelle secca: ylang ylang e argan puro

L'olio essenziale di Ylang Ylang aiuta a idratare e nutrire anche le pelli più secche e screpolate, inoltre lenisce le infiammazioni e avolge un'azione antirughe. Dona alla pelle morbidezza e la rende vellutata. Un olio vegetale davvero prezioso per la pelle secca è invece l‘olio di argan puro, che dona nutrimento e idratazione agendo in profondità. Svolge, inoltre, un'azione emolliente che rende la pelle morbida ed elastica, senza ungere: si assorbe infatti velocemente, lasciando la cute molto liscia e setosa.

Come utilizzare gli oli essenziali per il viso

Ma come utilizzare e preparare l'olio per il viso? Una volta scelto l'olio essenziale adatto alla propria tipologia di pelle è importante mescolarlo a un olio vegetale. Le dosi sono: 30 ml di olio vegetale e 5 gocce di olio essenziale. Mescolate i due oli leggermente e fate riposare per 2 giorni. Applicate poche gocce di olio su viso, collo e decolletè, e massaggiate fino a quando non sarà completamente assorbito. L'olio essenziale può essere miscelato anche alla vostra crema idratante: basteranno 15 gocce di olio essenziale ogni 50 ml di crema.

Potete utilizzare gli oli essenziali anche per la realizzazione di scrub viso, per esfoliare la pelle e renderla più luminosa e liscia: ideale da effettuare una volta a settimana. Realizzatelo mescolando insieme un elemento granulato come lo zucchero di canna, il sale o al polvere di silico, con un olio vegetale adatto alla vostra pelle: quello di oliva e di mandorle dolce per pelle sensibile, l'olio di argan per pelli mature, olio di jojoba per pelli miste e grasse. Aggiungete infine l'olio essenziale, scegliendolo sempre in base al tipo di pelle .

È possibile poi realizzare anche delle maschere viso con gli oli essenziali, da applicare fino a due volte la settimana, per purificare o idratare in profondità. Per la pelle secca potete realizzare una maschera idratante con 2 cucchiai di miele, 20 ml di olio di mandorle e 3 gocce di olio essenziale di lavanda. Per la pelle grassa, invece, realizzate una maschera con 3 cucchiai di argilla verde, 1 cucchiaio di miele, 1/2 cucchiaio di succo di limone e 2 gocce di olio essenziale di geranio.

Come scegliere gli oli essenziali e quando non utilizzarli

Quando acquistate gli oli essenziali, assicuratevi della provenienza e che siano puri e privi di additivi. Non applicate gli oli essenziali sulla pelle ferita o irritata ed evitate di applicarli su contorno occhi, labbra e mucose. Inoltre interrompetene l'utilizzo in caso di reazioni allergiche o irritazioni dopo l'uso. Gli oli essenziali devono essere utilizzati con attenzione dalle donne in gravidanza: in questi casi meglio consultare il medico. Inoltre è importante sapere che l'olio essenziale di neroli e di limone possono avere un effetto fotosensibilizzante: non utilizzateli, quindi, prima e durante l'esposizione al sole.