Quando prepari la valigia per le vacanze, non dimenticare di aggiungere anche un kit di oli essenziali, che potranno essere dei preziosi alleati per il nostro benessere, sia fisico che mentale. Può infatti capitare in viaggio, di soffrire di mal d'auto, di nave o di aereo, oppure di star male dopo aver mangiato pietanze tipiche, o di dover lenire fastidiose punture di zanzara. In ognuno di questi casi possiamo ricorrere a specifi oli essenziali, da quello di lavanda a quello di zenzero, ognuno con le sue peculiarità in grado di venire in soccorso in molte occasioni. Ma scopriamo quali sono alcuni degli oli essenziali da portare in vacanza, piccole boccette di benessere da mettere in valigia.

Perché mettere in valigia gli oli essenziali e come utilizzarli

Gli oli essenziali sono degli ottimi rimedi naturali da portare in viaggio: possiamo infatti scegliere tra diverse essenze che possono essere utilizzate anche in combinazione per diverse situazioni. Basterà solo portare anche qualche boccetta di olio vettore: olio di oliva, di mandorle dolci o di jojoba, ai quali mescolare gli oli essenziali utilizzati per massaggiare la pelle. Le boccette di olio essenziali, inoltre, occupano poco spazio e non rubano troppo posto in valigia. Se dovete prendere l'aereo, mettete le boccette nel bagaglio a mano in un sacchetto trasparente: i flaconi dovranno essere da 100 ml e in totale non si dovrà superare 1 litro.

Per quanto riguarda l'utilizzo, tutti gli oli essenziali devono essere diluiti in olio base, acqua o creme, se spalmati sulla pelle. Ma possono essere utilizzati anche in vasca da bagno oppure inalati, soprattuto in caso di stress e tensione. Prima di utilizzarli, consultate sempre il medico, soprattutto se assumete farmaci o se soffrite di qualche patologia. Ma ecco quali oli essenziali non devono mancare in valigia.

Olio essenziale di lavanda: per ridurre lo stress e attenuare le scottature

Tra gli oli che non possono proprio mancare c'è l'olio essenziale di lavanda, in quanto può essere utile in diverse occasioni. Potete inalarlo se avete paura di volare: mettetene 2 gocce su un fazzoletto con 1 goccia di olio essenziale di geranio, così da affrontare il viaggio senza paura. In caso di sintomi accentuati, versatene qualche goccia sui palmi delle mani, strofinate e respirate. Funziona anche in caso di mal d'auto, di treno o di nave. Una volta utilizzato potete conservarlo in un sacchetto di plastica, così da preservarne la fragranza e utilizzarlo quando avvertite uno stato di tensione. Se il volo è lungo, e cominciano a gonfiarsi gambe e caviglie, preparate un olio da massaggio: aggiungete 5 gocce di olio essenziale di lavanda in una boccetta con olio vegetale, ed effettuate il massaggio partendo dai piedi fino ad arrivare alle gambe. Contro le gambe gonfie, potete utilizzare anche l'olio essenziale di elicriso, che svolge la stessa funzione. Se, invece al ritorno dal mare, avete la pelle arrossata, diluite l'olio di lavanda nell'olio di mandorle e massaggiate con delicatezza sulla zona interessata.

Olio essenziale di Tea Tree: ottimo come igienizzante e repellente contro gli insetti

L'olio di Tea tree è invece utile come igienizzante, disinfettante e non solo. Potete quindi utilizzarlo per la pulizia dei sanitari della vostra casa vacanze o dell'hotel: mettetene 2-3 gocce su un panno umido e passatelo sulle superfici del bagno. Potete anche aggiungerne poche gocce all'acqua del bucato, così da eliminare odori e batteri. Come disinfettante naturale, invece, è utile in caso di piccole ferite ed escoriazioni, ma anche per disinfettare le mani quando siete impossibilitati a lavarle. L'olio di tea tree è efficace anche contro il prurito causato dalle punture di insetto e come repellente.

Olio essenziale di camomilla contro colpi di calore e insonnia

L'olio essenziale di camomilla è invece utile per combattere colpi di calore, dovuti all'esposizione solare. Se volete prevenire le scottature, potete miscelare l'olio essenziale di camomilla, geranio e lavanda, da aggiungere a olio di jojoba e massaggiare sulla pelle. Se invece vi capita i soffrire di insonnia, mettete qualche goccia di olio essenziale di camomilla su un fazzoletto insiene a una goccia di olio essenziale di lavanda, e annusate: vi addormenterete in pochissimo tempo. In caso di mal di denti, invece, aggiungetene un paio di gocce all'olio essenziale di eucalipt, mettete le gocce in un olio vegetale e massaggiate la guancia in corrispondenza della zona interessata.

Olio essenziale di zenzero in caso di diarrea del viaggiatore

Soprattuto se viaggiamo verso mete lontane, può capitare di soffire di diarrea del viaggiatore, una sindrome associata ad acqua o cibi contamintati e che può colpire durante o dopo il viaggio. Per prevenirla, insieme ada ltri problemi di natura intestinale, potete utilizzare l'olio essenziale di zenzero: unitelo a pari gocce all'olio essenziale di lavanda, camomilla e menta piperita. Miscelate il tutto a un olio vegetale e massaggiate sulla pancia. In caso di vomito o nausea, invece, mettete in una boccetta 10 gocce di olio essenziale di zenzero, menta piperita, limone e drangoncello. Versatene due gocce su una zolletta di zucchero e lasciate sciogliere in bocca, aiuterà a calmare i sintomi.

Olio essenziale di menta piperita per calmare lo stomaco e distendere i nervi

L'olio essenziale di menta piperita è un altro toccasana per lo stomaco, soprattutto in caso di mal d'auto, d'aereo e di mare: mettetene 1 goccia nell'acqua calda, aggiungendo un po' di miele, e sorseggiate la bevanda prima di partire. Potete anche utilizzare questo olio come calmante, per distendere i nervi: se siete nervosi durante il traffico, ad esempio, mettetene qualche goccia su un batuffolo di ovatta e posizionatelo vicino ai vetri anteriori della macchina, così il profumo farà scemare la tensione e terrà anche sveglio il guidatore.