Amano la velocità, amano le auto da corsa, amano spingere l'acceleratore e sognano di guidare una Ferrari: sono le quattro giovanissime che si sfideranno per entrare nella Ferrari Driver Academy. Non è una selezione come tutte le altre, ha qualcosa di eccezionale, perché è la prima volta che l'Accademia apre le sue porte a una donna. A contendersi questo unico ambitissimo posto, importante per chi sogna una carriera nel settore automobilistico ma anche per chi ambisce a dare una svolta in direzione della parità di genere, sono la francese Doriane Pin (16 anni), l'olandese Maya Weug (16), le brasiliane Julia Ayoub (15) e Antonella Bassani (14). Chi di loro entrerà nella storia?

A Maranello una scuola per diventare piloti

Enzo Ferrari diceva: "Amo pensare che la Ferrari può costruire piloti tanto quanto macchine". Questo è il pilastro alla base della Ferrari Driver Academy, nata nel 2009: molto più di una scuola di pilotaggio. Il programma sportivo prepara i ragazzi non solo alla guida professionale, per consentirne poi l'ingresso in Formula 1 e alla Scuderia Ferrari. Vengono loro fornite anche basi teorico-tecniche,  dalle regole dell’automobilismo sportivo alla storia dell’azienda fino alla consulenza legale. E non può mancare un occhio al Mental Training, perché certamente si tratta di un contesto altamente competitivo dove è necessario saper gestire le emozioni e lo stress e preservare una condizione di equilibrio sia fisico che mentale.

Maya Weug
in foto: Maya Weug

Chi sarà la prima donna pilota dell'Academy?

Per promuovere l'automobilismo femminile e supportare le giovani talentuose donne che ambiscono a questa carriera è nato il programma FIA Girls on Track – Rising Stars, voluto dalla FIA Women in Motorsport Commission. La pandemia ha rallentato il processo di selezione, ma ora la Ferrari Driver Academy è pronta a scegliere la sua nuova punta di diamante. Dalle venti ragazze provenienti da ogni parte del mondo selezionate a febbraio, la rosa si è ridotta a quattro finaliste. Sono state scelte dagli esperti FIA al termine di un lungo monitoraggio svoltosi prevalentemente al Circuit Paul Ricard, in Francia. Julia Ayoub, Antonella Bassani Doriane Pin e Maya Weug si contendono un posto nella Ferrari Driver Academy, dunque dovranno dimostrare la loro preparazione superando test fisici, prove attitudinali, sessioni di guida, attività di comunicazione e anche una serie di lezioni teoriche. Sul circuito di Fiorano, al volante di una vettura di Formula 4, si svolgerà l'ultimo step che decreterà la vincitrice: la prima allieva della storia della FDA. L'automobilismo, così come molti altri settori, è stato a lungo di unica competenza maschile: era difficile pensare a una donna con tuta e casco alla guida di una Ferrari. E invece le donne possono fare questo e molto altro ancora: quello di cui hanno bisogno è solo che venga loro data la possibilità di dimostrarlo.