Qual è il momento migliore della giornata per una donna? Quello in cui torna a casa e toglie il reggiseno, dicendo addio a elastici che fermano il respiro e ferretti non proprio confortevoli. Anche se col passare del tempo non si fa più caso alla sua (s)comodità, dimenticando addirittura di averlo indosso, tutte sono d'accordo sul fatto che si sta meglio senza. La cosa che ci si chiede, però, è: durante le giornate che stiamo passando prevalentemente in casa a causa della pandemia possiamo goderci la libertà di rimanere senza reggiseno oppure mettiamo a rischio la tonicità del décolleté? Ecco tutto quello che c'è da sapere sulla questione.

Dire no al reggiseno non fa male

Chiusure diaboliche, fasce costringenti, ferretti impossibili da sopportare, bretelle che segano le spalle: il reggiseno a volte sembra più una vera e propria tortura che un confortevole capo di lingerie. In compenso, però, l'effetto finale è super desiderabile, soprattutto quando si indossato i modelli sensuali e iper femminili (che il più delle volte sono anche i meno comodi): rendono il décolleté tonico, aiutando a mantenerlo naturalmente alto. Cosa succede, però, se quando si sta in casa lo si lascia nell'armadio? A rispondere è stato il dottor Lucky Sekhon, endocrinologo riproduttivo presso il Reproductive Medicine Associates di New York, secondo il quale ci si può sentire libere di rimanere senza biancheria quando si passa molto tempo tra le mura domestiche.

Il rilassamento del seno è legato alla genetica

Esistono però delle eccezioni alla regola: le donne con un seno ampio e pesante farebbero bene a indossare il reggiseno anche in casa. Il motivo? Gli fornisce supporto, evitando di sforzare la schiena e di peggiorare la postura. Chi corre e pratica attività fisica dovrebbe invece puntare su un comodo reggiseno sportivo, utile a proteggere il seno e i muscoli della parete toracicache col movimento potrebbero andare incontro a possibili leziosi. Per quanto riguarda la questione "seno cadente" che, almeno secondo il luogo comune, sarebbe favorito proprio dall'abitudine di non indossare sempre il reggiseno, è importante sottolineare che si tratta di un falso mito. Il dottor Lucky Sekhon ha infatti spiegato: "A parte il necessario supporto necessario per contrastare lo stress ripetitivo derivante da un intenso esercizio fisico e dall'impatto della gravità, gli studi non hanno dimostrato che indossare regolarmente il reggiseno riduce il rilassamento del seno". Il rilassamento del seno è dunque legato alla genetica e alla capacità di muscoli e tessuti di resistere all'avanzare del tempo.