Festival di Sanremo 2020
7 Febbraio 2020
13:14

Nina Zilli a Sanremo con l’abito scultura e i capelli rosa: il look è ispirato a Pablo Picasso

Nina Zilli è tornata sul palcoscenico dell’Ariston durante la terza serata della 70esima edizione del Festival di Sanremo. Ha duettato con Diodato in “24 mila baci” e per l’occasione ha osato con un look originale. Ha indossato un abito scultura multicolor, completando il tutto con degli originali capelli rosa.
A cura di Valeria Paglionico
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Festival di Sanremo 2020

La terza serata della 70esima edizione del Festival di Sanremo è stata dedicata ai duetti, tutti i big in gara sono tornati sul palcoscenico dell'Ariston, esibendosi in coppia con colleghi più o meno famosi per ricordare una canzone che ha fatto storia nella nota kermesse canora. Diodato ha scelto la cover di "24 mila baci" e al suo fianco ha voluto Nina Zilli, tornata a Sanremo nelle vesti di ospite. Per un'occasione tanto speciale non poteva che dare il meglio di lei in fatto di look. Se da un lato lui ha osato con una esuberante giacca di paillettes rosse firmata Dolce&Gabbana che non ha convinto troppo il pubblico, lei è apparsa più glamour che mai in un abito coloratissimo ispirato al mondo dell'arte.

L'abito multicolor di Nina Zilli a Sanremo

Nina Zilli sa sempre distinguersi con originalità quando si parla di stile e anche a Sanremo lo ha fatto. Per duettare con Diodato, performance che ha segnato il suo ritorno all'Ariston, ha puntato sull'irriverenza di Moschino, sfoggiando un look multicolor firmato dal direttore creativo della Maison, Jeremy Scott. La cantante ha indossato un mini abito della collezione Primavera/Estate 2020 sulle tonalità del rosa, giallo, bianco e nero con una minigonna aderente e un corpetto scultura dalle ampie maniche strutturate. Si tratta di una creazione ispirata al cubismo, allo stile del pittore Pablo Picasso, con la quale il noto stilista ha voluto trasformare un semplice vestito in un'opera d'arte. Per completare il tutto, la Zilli ha scelto dei décolleté neri con il tacco a spillo e ha optato per un'originale acconciatura raccolta che lasciava intravedere un inedito ciuffo di capelli rosa sulla parte laterale.

La collezione Moschino dedicata al cubismo

L'abito indossato da Nina Zilli a Sanremo fa parte della collezione per la Primavera/Estate 2020 firmata da Jeremy Scott per Moschino, quella presentata lo scorso settembre alla Milano Fashion Week. Si tratta di una linea che rende omaggio alla rivoluzione cubista e al suo massimo esponente, Pablo Picasso con degli abiti che sembrano usciti direttamente da quadri iconici come "La Guernica" e "Les Demoiselles d'Avignon". Vestiti che somigliano a chitarre, stampe Arlecchino, maniche a sbuffo esagerate, sandali dal tacco vertiginoso, tutto è un elogio alla gioia di vivere, alla spensieratezza ma anche alla capacità di aggiungere un tocco di tridimensionalità a qualcosa di piatto, un tratto tipico del movimento cubista. Chi meglio di Nina Zilli avrebbe potuto interpretare alla perfezione un messaggio tanto rivoluzionario e oltre gli schemi?

694 contenuti su questa storia
Area Sanremo 2020, annunciati gli otto vincitori: solo due parteciperanno al Festival
Area Sanremo 2020, annunciati gli otto vincitori: solo due parteciperanno al Festival
A sei mesi da Sanremo 2020 ecco quali sono canzoni e cantanti più ascoltati
A sei mesi da Sanremo 2020 ecco quali sono canzoni e cantanti più ascoltati
Chi è il maestro Enzo Campagnoli, che ha ballato con Elettra Lamborghini a Sanremo
Chi è il maestro Enzo Campagnoli, che ha ballato con Elettra Lamborghini a Sanremo
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni