Kat Von D è la famosa tatuatrice americana diventata famosa dopo aver fondato il brand di cosmetica che porta il suo nome e di recente è convolata a nozze con Rafael Reyes, dal quale aspetta il primo figlio. Anche se la sua vita sembra essere praticamente perfetta, negli ultimi giorni è finita al centro delle polemiche dei social a causa delle rivelazioni fatte sulla maternità. La star ha infatti dichiarato che non vaccinerà il bambino e che gli farà seguire una dieta vegana, scatenando l'indignazione degli utenti.

Kat Von D finisce al centro delle polemiche dei social

Kat Von D è incinta, aspetta il primo figlio dal marito Rafel Reyes, sposato qualche settimana fa in un insolito abito rosso fuoco, ma di recente ha fatto alcune dichiarazioni che hanno fatto molto discutere. Ha postato sui social un'immagine in cui ha mostrato in primo piano il pancione sempre più grosso e nella didascalia ha spiegato che ha intenzione non solo di non vaccinare il piccolo ma anche di fargli seguire una dieta vegana, ovvero senza prodotti di origine animale. La tatuatrice, sapendo di non ottenere il consenso pubblico, ha scritto:

So già cosa vuol dire fare delle scelte di vita che non sono le stesse della maggioranza, quindi i vostri commenti negativi non influenzeranno le mie scelte. Questo è il mio corpo. Questo è nostro figlio. Sentiti libero di seguirmi se ti piace quello di cui sto parlando, che si tratti di tatuaggi, rossetti, diritti degli animali, sobrietà, femminismo, abbigliamento gotico, coltivare fiori neri, gatti o il mio adorabile marito. Ma se non riesci a capire qualcosa di ciò che pubblico, ti chiedo cortesemente di premere il pulsante unfollow.

https://www.instagram.com/p/Bjvkm1gHPPb/?taken-by=thekatvond

Le reazioni degli utenti del web sono state molto dure, tanto che alcuni hanno pensato bene di seguire il suo consiglio e di non seguirla più. A essere criticato è il fatto che la dieta senza derivati animali potrebbe essere particolarmente pericolosa per un bambino, che andrebbe incontro a un deficit di vitamina B12 fin dai primi mesi di vita. Come se non bastasse, appoggiare la campagna "No Vax" non è una scelta vegana ma semplicemente una decisione irresponsabile, visto mette a rischio la vita del piccolo e di chi gli sta intono. Cosa chiedono a gran voce gli ex followers della tatuatrice? Di informarsi il più possibile, così da poter fare le scelte giuste per la salute del figlio.