Credevate che Kate Middleton fosse diventata icona di stile a livello internazionale grazie al suo gusto e alla sua passione per la moda? Vi sbagliate, dietro ogni star elegante c'è sempre una brava personal stylist. Se la regina Elisabetta II si affida ad Angela Kelly, che riesce a osare con classe tra accessori originali e colori fluo, ad aiutare la Duchessa di Cambridge è Natasha Archer. È nata nel 1988 e, fatta eccezione per un breve periodo di congedo di maternità, durante il quale venne sostituita dalla collega Virginia Chadwyck-Healey, è dal 2007  che è una presenza fissa a Kensington Palace. Tra look bon-ton e cappellini in pieno stile britannico, riesce sempre a esaltare l'innata raffinatezza della principessa.

È stato il principe William ad assumere Natasha Archer

Natasha Archer è nata nel 1988 ed è entrata a far parte dello staff di Kate Middleton nel 2007. Il successo non è arrivato per caso, il suo curriculum è di tutto rispetto: ha studiato presso l'esclusivo collegio della Uppingham School, ha svolto un duro apprendistato nel settore fashion e ha ricevuto ottime referenze dalle diverse aziende con cui ha collaborato. Sono state proprio queste ultime a convincere il principe William ad assumerla come assistente personale della sua compagna, che all'epoca era Waity Katie. È però nel 2010, ovvero quando l'erede al trono si è fidanzato con la Middleton, che per Natasha è arrivata la svolta.

Quali sono i compiti della stylist di Kate Middleton?

La personal stylist di Kate ha seguito la coppia reale in ogni momento importante, dall'annuncio del fidanzamento al matrimonio, fino ad arrivare alla nascita del piccolo George, scegliendo sempre l'abito adeguato per ogni occasione. A dispetto di quanto si potrebbe pensare, il lavoro di Natasha non è semplice: le è stato richiesto di rimanere lontana dai riflettori, di seguire la Duchessa in ogni parte del mondo e di studiare con intelligenza, gusto e politica ogni singolo outfit. Non è un caso che la Middleton vesta di verde nel giorno di San Patrizio, di nero durante i funerali e a fiori quando arriva la primavera, dietro le scelte di stile, anche quando si tratta di abiti low-cost e look riciclati, ci sono sempre dei significati ben precisi. Insomma, oltre a vantare un gran gusto, la personal stylist reale può essere definita quasi una "stratega". Il suo merito? Aver reso Kate un'icona di stile con estrema semplicità.