La Caserma è il nuovo format di Rai 2: quindici ragazzi e sei ragazze si mettono in gioco sperimentando la vita militare, lontano da Internet e social media. Sveglia presto, regole e disciplina: le reclute devono vedersela con addestramenti fisici, percorsi ginnici, istruttori disposti a "punirli" per ogni infrazione.Tra i concorrenti ci sono anche due volti non proprio sconosciuti in rete. Erika Mattina gestisce sia su Facebook che su Instagram una pagina in cui affronta tematiche LGBTQIAP+, avendo vissuto in prima persona le difficoltà del coming out e avendo quotidianamente a che fare con episodi di discriminazione. Nel cast anche Naomi Akano, che invece ha trovato in Youtube una valvola di sfogo contro gli episodi di bullismo di cui è stata vittima per il colore della sua pelle.

Chi è Naomi Akano, la recluta de La Caserma vittima di bullismo

Naomi Akano ha 19 anni, è originaria della Nigeria e vive tra Modena e il Regno Unito. La recluta de La Caserma è arrivata in Italia quando aveva appena due anni e sin da subito ha avvertito i pregiudizi della gente legati al colore della sua pelle. È stata vittima di bullismo, che ha fatto nascere in lei un forte desiderio di rivalsa. In parte quel riscatto lo ha trovato sui social, dove condivide i suoi pensieri e le sue esperienze. Sua madre è una parte importantissima della sua vita, come si è appreso dal suo video di presentazione. La donna pur di non far mancare nulla ai suoi figli ha svolto ogni tipo di lavoro, anche tre contemporaneamente: per questo il desiderio della concorrente è poter un giorno ripagarla per tutti quei sacrifici e renderla orgogliosa.

Naomi Akano su Youtube, Instagram e TikTok

"Bad b***h with a good heart" si definisce Naomi Akano su Instagram e come quasi tutte le ragazze della sua età ha anche un account TikTok, il social del momento che spopola soprattutto tra i giovanissimi. La piattaforma che utilizza di più però è senz'altro YouTube, con cui si è fatta conoscere molto tempo prima della sua partecipazione televisiva. Lì ha ormai più di 150 mila follower, che guardano i video in cui racconta la sua quotidianità e affronta le tematiche che maggiormente le stanno a cuore. Tra queste certamente grande spazio ha il bullismo. La Youtuber ha raccontato la sua esperienza, mostrando la parte di sé più fragile e sensibile: "Sin da piccola vengo discriminata per il colore della mia pelle. Inizialmente non riuscivo a capire perché non potevo essere trattata come gli altri. Ho pianto tante volte: non è bello essere offesi. Volevo solo essere uguale agli altri". Il suo consiglio oggi è: "Non cercate di piacere alla gente, dovete piacere per come siete. C'è chi vi vuole esattamente così. Non tenetevi tutto dentro, parlatene altrimenti vi distruggete. Se vi discriminano per religione, colore della pelle, orientamento sessuale non dategli retta: siete perfetti così come siete".