Lo shopping è l’attività preferita di ogni donna. Chi di noi non passerebbe ore ed ore tra i negozi del centro, soprattutto in periodo di saldi? Il sesso femminile ha una vera e propria ossessione per abiti, jeans e magliette nuove e sicuramente a tutte sarà capitato di fare degli acquisti avventati. Non di rado capita che un capo di abbigliamento sembra bellissimo quando viene provato nei camerini, ma una volta indossato a casa diventa improvvisamente orribile.

Kristin Chirico è una donna inglese che ha deciso di fare un esperimento molto particolare: indossare lo stesso vestito in 20 spogliatoi differenti e confrontare le foto. Urban Outfitters, Zara, Topshop, la donna ha scelto camerini di negozi completamenti differenti che variavano per luci e grandezza. Il risultato è stato incredibile. Alcuni specchi la facevano apparire senza seno, altri le esaltavano le imperfezioni del corpo ed altri ancora la facevano somigliare ad un manichino. Il suo esperimento le ha fatto capire 3 cose fondamentali: innanzitutto se un camerino ha le luci verticali su entrambi i lati dello specchio, gli abiti sembreranno tutti incredibili ed è dunque importante non farsi ingannare.

Se invece un camerino ha un’illuminazione naturale, l’effetto sarà orribile, ma niente panico, non si è davvero così brutti nella vita reale. L’unico rimedio per capire qual è l’effetto reale di un abito è farsi scattare una foto o chiedere un parere a qualcuno degli altri clienti.  L’importante per essere soddisfatti dei propri acquisti quando si torna a casa è riflettere bene prima di recarsi alle case e non farsi prendere dall’entusiasmo.