13 Gennaio 2013
20:16

Milano Moda Uomo 2013 Day 2

Nel secondo giorno di Milano Moda Uomo 2013 sfilano le collezioni per il prossimo Autunno/Inverno di Ferragamo, Missoni, Vivienne Westwood, Prada e di altri importanti brand del fashion. Ecco tutte le tendenze dalla Settimana della Moda di Milano.
A cura di Marco Casola

In questo secondo giorno di Milano Moda Uomo 2013 abbiamo potuto osservare le splendide collezioni di grandi nomi che si distinguono per la classe, come Bottega Veneta, Ferragamo e Trussardi, di brand che amano sperimentare con forme inconsuete come Vivienne Westwood, Iceberg e Prada e di di marchi innovativi come Daks che stupiscono con meravigliosi capi di un'eleganza moderna e di tendenza. Dopo le tendenze del primo giorno della Fashion Week milanese ecco tutte le novità per la moda maschile.

La classe inconfondibile di Bottega Veneta – Come sempre Bottega Veneta propone una collezione elegante e ricercata. Linee semplici, tessuti pregiati e forme perfette sono gli elementi distintivi della maison, che per l'inverno 2013 crea capi basic senza perdere l'appeal di un guardaroba all'ultima moda. I colori sono scuri, prettamente autunnali, si va dal nero al grigio, passando per mille sfumature di beige e marrone. In passerella sfilano completi total black dalle linee rigorose alternati ad abiti in lana dalla silhouette più morbida; pullover con fantasie geometriche e cardigan con inserti in pelle tono su tono; montoni doppiopetto e cappotti a campana.

L'uomo di Trussardi ama la montagna – Su un letto di foglie secche sfilano le creazioni per l'Autunno/Inverno 2013-14 della celebre maison italiana. L'uomo che veste Trussardi ama indossare capi che siano un giusto compromesso tra comfort e stile, sceglie outfit che mescolano un mood elegante alla praticità del guardaroba sportivo. Le nuances richiamano in tutto e per tutto i colori dell'autunno: tonalità calde di beige e marrone sono mixate con colori freddi come il blu, l'indaco ed il verde muschio. Tra i pezzi forti della collection spiccano le splendide giacche in pelle, legate in vita da una cintura, ed i completi doppiopetto con inserti decorativi sulle maniche.

Le geometrie in passerella di Iceberg – Il brand utilizza la semplicità delle figure geometriche e dei colori primari come fil rouge di una collezione ispirata alla corrente artistica del Bauhaus. Blu accesi, rossi intensi e gialli accecanti si mescolano con nuances scure ed autunnali; stripes, rettangoli e blocchi di colore decorano pullover in lana pettinata, cappotti e piumini; dettagli colorati fanno capolino anche su capisapalla e completi classici, con cinture da portare sulla giacca,  baveri e revers dipinti. L'utilizzo dei colori appare dunque funzionale per creare forme e tagli geometrici che rimandano al design e all'architettura. I tessuti sono rigorosamente naturali: lana, seta, cotone  cachemire sono mixati con materiali tecnici per dar vita ad una collezione moderna ed essenziale.

L'eleganza di Salvatore Ferragamo – Ciò che colpisce osservando la collezione uomo di Salvatore Ferragamo sono i colori. Seppur la maison proponga soprattutto completi scuri, le tonalità dei blu e dei verdi riescono a far brillare la passerella, i tessuti e i materiali utilizzati, tra cui la pelle, riescono a dare luce alle nuances autunnali. Come in ogni collezione le linee sono perfette, lo stilista della maison Massimiliano Giornetti riesce ad inserire le proprie creazioni moderne all'interno dello stile tradizionale di Ferragamo.

I rivoluzionari "ecologici" di Vivienne Westwood – La geniale stilista inglese usa la collezione maschile A/I 2013-14 per lanciare il suo personale messaggio ambientalista. Lo fa distribuendo in sala comunicati per sensibilizzare il pubblico sulla questione, stampando su shirts, spille e calzini eco slogan e soprattutto facendo sfilare modelli "feriti", zoppicanti e con mascherine antigas per rappresentare un'umanità distrutta dall'inquinamento ambientale. Oltre al messaggio anche gli abiti sono di grande impatto, come sempre la Westwood gioca con le forme, rismescola le carte stravolgendo i trend e mostrando la sua originalissima versione della moda contemporanea. Tra le inconsuete creazioni saltano all'occhio gli outfit ricoperti da un macro pied de poule, i piumini con chiusure asimmetriche, le divertenti giacche con stoffa risvoltata verso l'interno e gli immancabili completi con fantasie scozzesi, tanto amati dalla stilista più punk della moda.

Le fantasie dell'uomo Missoni – La collezione ripropone le classiche fantasie che hanno fatto la storia della maison: zig zag, disegni optical e striature che ricordano quelle del legno decorano splendidi cardigan e pullover, veri protagonisti dello show. Da tenere d'occhio anche gli originali abiti interamente realizzati in lana e maglia.

L'uomo bohemien di Daks – La collezione del marchio inglese si ispira alla figura del gentlemen inglese d'inizio ‘900, ad un uomo elegante e sicuro di sè, un bohemien moderno sempre impeccabile nel look. In passerella sfilano meravigliosi completi di velluto lucente, giacche e pantaloni resi unici da tessuti trapuntati davvero originali, coppole e lunghissime sciarpe in lana. La collezione si sviluppa intorno a colori prettamente invernali, quali blu, marrone e grigio, intervallati da flash di un intenso giallo mostarda e di verde muschio. I motivi sono quelli tipici dell'abbigliamento inglese, si va da un elegante principe di galles al classico gessato.

Milano Moda Uomo 2013 Day 1
Milano Moda Uomo 2013 Day 1
Milano Moda Uomo 2013 day 4
Milano Moda Uomo 2013 day 4
Settimana della Moda di Milano day#2
Settimana della Moda di Milano day#2
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni