La pulizia degli elettrodomestici da cucina può richiedere molto tempo ed essere davvero faticosa, oltre che potenzialmente nociva a causa dell'utilizzo di detergenti chimici. Il forno pirolitico o autopulente risolve questo problema: grazie alla pirolisi, un processo chimico che si attiva al raggiungimento di una temperatura molto elevata (circa 500 gradi), il forno si pulisce autonomamente senza utilizzare detergenti.

Il forno pirolitico da incasso permette di risparmiare tempo e pulire velocemente il forno a un costo non elevato, perchè tutti i modelli in commercio sono di classe energetica A o A+. Che si tratti di forni da incasso a vapore, elettrici ventilati, a gas o combinati, grazie alla pirolisi pulire il forno non sarà più un problema.

Come scegliere il miglior forno autopulente per le tue esigenze? Ecco una guida completa con il confronto tra modelli di forno pirolitico da incasso dei migliori marchi, come Smeg, Miele, Electrolux, Bosch e Siemens, e disponibili online con consegna rapida.

Cosa vuol dire forno autopulente e quali sono i vantaggi

Cosa vuol dire che un forno è pirolitico? La definizione di pirolisi è un processo chimico che decompone sostanze complesse mediante un trattamento termico ad alta temperatura. Applicato al forno da incasso, ciò vuol dire che lo sporco e le briciole si ossidano e vengono trasformati in cenere, con un sistema di sicurezza che blocca l'apertura della porta del forno finchè la pulizia non è terminata.

I vantaggi e gli svantaggi di un forno pirolitico non sono certo uguali: se da un lato la pirolisi permette di avere un forno pulito, quindi che durerà di più e funzionerà meglio, dall'altro in molti pensano che questo processo comporti un gran dispendio energetico, che si ripercuote sulla bolletta.

In realtà tutti i forni pirolitici da incasso sono ottimali dal punto di vista dell'efficienza energetica, e inoltre è possibile attivare la pirolisi a più livelli, solitamente 3, in base a quanto sporco c'è nel forno. I cicli di pulizia vanno da un minimo di 30 minuti a un massimo di 3 ore e si differenziano in base alla potenza ed efficacia della pirolisi.

Pulire manualmente il forno ha comunque un costo in termini energetici e di consumo di acqua, e inoltre la pirolisi non ha un impatto sull'ambiente perchè non vengono utilizzati detergenti, cosa che invece è necessaria per la pulizia manuale del forno a incasso.

Rispetto ad altri sistemi di pulizia automatica come la catalisi, la pirolisi non rovina le pareti del forno; rispetto all'aquacleaning o al sistema easyclean si tratta di una pulizia molto più profonda e duratura, che non richiede l'utilizzo di acqua (e quindi un peso sulla bolletta idrica).

Il miglior forno autopulente e pirolitico secondo gli utenti Amazon

Quale forno pirolitico da incasso scegliere? Non è facile capirlo, perchè i forni da incasso sembrano sempre tutti uguali ma in realtà non è affatto così.

Grazie alle recensioni e alle opinioni degli utenti in rete sui forni autopulenti abbiamo stilato una lista dei migliori forni pirolitici da incasso, tra cui alcuni in offerta: oltre a descrivere i vari modelli abbiamo evidenziato i prezzi sui principali store di elettrodomestici, le dimensioni, la capienza interna, i pro e i contro.

Forno pirolitico ventilato da incasso Smeg SFP580X

Iniziamo il nostro confronto con un modello dalle elevate prestazioni e dal design semplice ma accattivante: si tratta di un forno pirolitico Smeg, tra i brand di elettrodomestici più attenti all'estetica e al design.

Realizzato in acciaio inox anti impronta con porta ribaltabile in vetro, questo forno elettrico ventilato ha 6 funzioni di cottura e 4 funzioni speciali, tra cui lo scongelamento e la lievitazione. Il pannello di controllo permette di ritardare l'accensione del forno e programmarne lo spegnimento, in modo da trovare il cibo già pronto quando si torna a casa.

Questo modello offre due differenti livelli di pirolisi, uno normale e uno Eco per un maggiore risparmio energetico; il primo può durare da 2 a 3 ore, mentre il secondo dura sempre 2 ore ed è pensato per uno sporco meno ostinato. Il forno pirolitico di Smeg è disponibile su Amazon a partire da 498,79€.

Pro: la pulizia pirolitica Eco permette di abbassare ancora di più i consumi per risparmiare tempo e fatica senza sentire il peso della pulizia automatica sulla bolletta

Contro: all'inizio non è semplicissimo da utilizzare, ma come per tutti gli elettrodomestici basta prenderci la mano

Larghezza: 60 cm

Capacità: 70 l

Classe energetica: A

Forno autopulente Electrolux EOC3401AOX

I forni pirolitici Electrolux sono tra i più cercati e richiesti in rete, grazie sia all'affidabilità di questo marchio sia all'ottimo rapporto qualità prezzo dei suoi prodotti.

Questo modello di forno pirolitico elettrico ventilato è realizzato in acciaio inox con porta ribaltabile e doppio vetro estraibile; il pannello di controllo permette di regolare la temperatura interna, i tempi e la tipologia di cottura a scelta tra 9 funzioni, di cui quella più interessante è la cottura per pizza e Quiche. Grazie alla ventola XL il calore riesce a espandersi in modo uniforme, garantendo una cottura perfetta.

Anche questo modello offre due livelli di pirolisi, un ciclo lungo e un ciclo breve, alla fine dei quali basta passare un panno umido sulle pareti del forno. Questo modello è disponibile su Amazon a partire da 455€.

Pro: ottimo rapporto qualità prezzo e la possibilità di prolungare la garanzia Electrolux

Contro: il design del pannello di controllo è molto classico

Larghezza: 60 cm

Capacità: 72 l

Classe energetica: A+

Forno pirolitico professionale Miele H 6660 BP

Tra i produttori di forni da incasso top di gamma c'è Miele, un'azienda che con i suoi prodotti permette di cucinare in modo professionale anche a casa.

Questo modello è un forno pirolitico da incasso combinato, infatti le resistenze elettriche ventilate sono unite alla funzione di cottura a vapore per mantenere l'umidità dei cibi e soprattutto degli impasti.

Con più di 100 programmi automatici, permette di cuocere in modo unico ogni pietanza, compreso il programma di essiccazione della frutta. La sonda termometrica, inoltre, permette di conoscere esattamente la temperatura interna al forno e il grado di cottura delle pietanze.

Grazie al catalizzatore AirClean buona parte dello sporco non si accumula sulle pareti del forno, e inoltre la pulizia pirolitica assicura un'igiene totale. Questo modello di forno pirolitico Miele è in vendita su Amazon a partire da 2875€.

Pro: le sue 100 funzioni di cottura garantiscono una riuscita professionale per qualsiasi piatto

Contro: il costo è abbastanza elevato, ma si tratta di un top di gamma utilizzato anche nelle cucine di alberghi e ristoranti

Larghezza: 60 cm

Capacità: 73 l

Classe energetica: A

Forno da incasso autopulente Bosch Serie 8 HBG675BS1J

Tra i modelli più ricercati in rete dagli utenti c'è questo forno pirolitico di Bosch, altra azienda che da sempre unisce funzionalità e prestazioni con un design accattivante.

Si tratta di un forno pirolitico elettrico ventilato, con un pannello di controllo decisamente avvenieristico che permette di selezionare temperatura, durata della cottura e una vasta scelta di funzioni personalizzate per le varie pietanze. Questo modello è in grado di raggiungere una temperatura di 300°C ed è possibile cuocere fino a 5 cibi contemporaneamente.

La pulizia pirolitica ha un'intensità e una durata graduale e può arrivare a una temperatura massima di 480°C per lo sporco più ostinato; questo modello di forno pirolitico Bosch è disponibile su Amazon a partire da 698,87€ e su Unieuro a 1199€.

Pro: nonostante sia un forno di dimensioni medie, è molto capiente ed è adatto anche per famiglie numerose

Contro: bisogna prendere un po' di dimestichezza con il pannello di controllo

Larghezza: 60 cm

Capacità: 71 l

Classe energetica: A+

Forno da incasso pirolitico Siemens HB573ABR0

Tra i modelli di forno pirolitico più apprezzati in rete ci sono i prodotti di Siemens, funzionali e facili da usare senza perdere d'occhio l'estetica.

Anche in questo caso si tratta di un forno elettrico ventilato con funzione pirolitica: raggiunge una temperatura massima di 275°C, ha 5 funzioni di cottura e 10 programmi automatici. Il pannello di controllo a metà tra analogico e digitale permette di selezionare il tipo di cottura, la temperatura e la durata del funzionamento del forno.

La pulizia pirolitica è sviluppata secondo la modalità ActiveClean, un processo creato e brevettato da Siemens e applicato su tutti i modelli pirolitici del brand; l'obiettivo è quello di garantire una pulizia professionale diminuendo il più possibile l'impatto energetico e ambientale. Questo modello di forno pirolitico Siemens è disponibile su Amazon a partire da 609€ e su Unieuro a partire da 854,10€.

Pro: il sistema autopulente ActiveClean ha il pregio di essere molto efficace e al tempo stesso di rispettare l'ambiente

Contro: è un forno abbastanza basico, versatile ma lontano dai modelli professionali

Larghezza: 60 cm

Capacità: 71 l

Classe energetica: A

Forno pirolitico ventilato Candy FCPKS816X

Anche Candy, l'azienda specializzata in elettrodomestici versatili e dall'ottimo rapporto qualità prezzo, ha il suo modello di forno pirolitico da incasso.

Si tratta di un modello combinato, vale a dire un forno elettrico ventilato che però prevede anche la funzione vapore per la preparazione di determinate pietanze; il pannello di controllo è formato da due manopole, un tasto di accensione per la funzione vapore e un display touchscreen. L'app collegata a questo modello si chiama Simply-Fi ed è un ricettario online per sfruttare al meglio le potenzialità del forno.

Oltre alla pulizia pirolitica con una temperatura di 500°C per lo sporco più ostinato, questo modello ha anche la funzione di idrolisi Aquactiva per una pulizia quotidiana a basse temperature. Questo modello di forno pirolitico da incasso Candy è disponibile online a partire da 505,61€.

Pro: la modalità di pulizia pirolitica combinata a quella Aquactiva permette di avere un forno sempre efficiente e pulito anche con un consumo energetico minimo

Contro: dal punto di vista estetico non è il massimo, ma si tratta di un prodotto di fascia media che deve essere più funzionale che bello

Larghezza: 60 cm

Capacità: 70 l

Classe energetica: A

Forno autopulente Whirlpool AKZM 6570

Concludiamo il nostro confronto con l'ultimo modello di forno pirolitico da incasso di Whirlpool, un altro marchio leader nella produzione e vendita di elettrodomestici da cucina.

La funzione Ready2Cook permette di non effettuare il preriscaldamento del forno ma di inserirvi direttamente le pietanze, risparmiando sui consumi energetici; la funzione Cook3 permette invece di mantenere gli aromi separati e cuocere insieme fino a 3 pietanze diverse. Il pannello di controllo di design permette di controllare temperatura, durata dei tempi di preparazione e funzioni a scelta tra 16 diverse opzioni e programmi di cottura, tra cui una dedicata a pane e pizza.

Basta premere un pulsante sul pannello di controllo per avviare la pulizia pirolitica, disponibile in 2 livelli di intensità, che permette di avere il forno sempre pulito senza sforzi; questo modello di forno pirolitico da incasso di Whirlpool è disponibile su Amazon a partire da 674,29€.

Pro: un elettrodomestico funzionale e bello da vedere, che fa della versatilità la sua arma vincente

Contro: la temperatura massima di 250°C è inferiore rispetto alla media degli altri modelli

Dimensioni: 60 cm

Capacità: 73 l

Classe energetica: A+

Come scegliere il forno da incasso pirolitico

Il confronto tra diversi modelli di forno pirolitico da incasso permette di farsi un'idea dei prodotti sul mercato e delle caratteristiche fondamentali che un buon forno pirolitico deve avere. Andiamo a vedere nel dettaglio tutte le caratteristiche dei forni a incasso pirolitici con la guida completa all'acquisto.

Tipologia di forno

I forni da incasso, autopulenti e non, si distinguono in base all'alimentazione, ovvero dal modo in cui generano il calore necessario alla cottura.

Oltre alla tradizionale distinzione tra modelli elettrici e modelli a gas, i forni da incasso elettrici possono essere convezionali, ventilati o convezionali e ventilati insieme. Anche molti forni a gas possono essere ventilati, e ciò permette una cottura più uniforme dei cibi.

I forni elettrici possono essere anche combinati: si definiscono così quei modelli che integrano la cottura a vapore grazie a un serbatoio interno o esterno al vano di cottura: la funzione vapore serve soprattutto per chi è alla ricerca di una cucina gustosa ma salutare, grazie alla capacità del vapore di mantenere l'umidità dei cibi anche senza l'utilizzo di olii o grassi.

Come abbiamo visto, i forni pirolitici possono essere sia elettrici che combinati, mentre sono più rari i casi di forni a gas pirolitici.

Dimensioni e capienza

Dal momento che il forno da incasso va appunto inserito all'interno della cucina, le sue dimensioni non sono variabili a piacimento delle aziende produttrici, ma hanno dei criteri standard:

  • i forni grandi sono larghi 90 cm e hanno una capienza media di 80 litri
  • i forni medi sono larghi 60 cm e hanno una capienza media di 65 litri
  • i forni piccoli sono larghi 45 cm e hanno una capienza media di 35 litri

Come abbiamo visto nel confronto tra i vari modelli di forni pirolitici, quasi tutti gli elettrodomestici di questa categoria sono forni medi.

Funzioni

Mentre i forni del passato avevano due o tre funzioni di cottura, i modelli di nuova generazione possono avere un numero molto più ampio di programmi di cottura e funzioni automatiche differenziate per il tipo di pietanza che vogliamo preparare.

Tra le funzioni più frequenti ci sono la cottura ventilata e grill, i programmi dedicati al pane, alla pizza e ai dolci, il girarrosto, la funzione scongelamento e lievitazione. Le funzioni aggiuntive del forno sono invece la partenza ritardata, il controllo da remoto, il segnale acustico o luminoso alla fine della cottura, la termosonda per conoscere esattamente la temperatura dei cibi inseriti nel vano cottura.

Funzioni di pulizia

Il forno è tra gli elettrodomestici più difficili da pulire: è per questo che le case produttrici di elettrodomestici da cucina hanno ideato sistemi di pulizia automatica più o meno efficaci e con un impatto variabile sui consumi energetici.

Come abbiamo già detto, la pirolisi è il processo in assoluto più efficace, perchè trasforma lo sporco e le briciole in cenere, elimina tutti gli odori e basterà passare un panno umido all'interno del forno per rimuovere tutto lo sporco senza fatica. Ecco quali sono gli altri metodi di autopulizia del forno:

  • Idrolisichiamata anche EasyClean, è un processo di pulizia a temperatura media. Basta inserire nel vano del forno un po' di acqua e detersivo per i piatti e avviare un ciclo convezionale. È abbastanza efficace sullo sporco, meno sugli odori, e inoltre richiede l'aggiunta di un sapone, che potrebbe rimanere sulle pareti del forno e compromettere la salubrità dei cibi.
  • Catalisiè un processo di autopulizia che avviene mentre si cuociono gli alimenti. Le pareti dei forni catalitici sono rivestiti di un materiale speciale, che riduce lo sporco che si accumula all'interno del vano cottura: è un metodo utile, ma non elimina completamente le operazioni di pulizia manuale del forno
  • Pareti smaltate: non è un vero e proprio processo di autopulizia, semplicemente in alcuni modelli le pareti sono rivestite con uno smalto che riduce l'accumulo di sporco e briciole

Dopo aver visto quali sono le altre opzioni di autopulizia o prevenzione dello sporco, è evidente che la pirolisi è il metodo migliore e più efficace, che riesce a eliminare completamente sia lo sporco che gli odori grazie alle temperature elevate.

Classe energetica

La classe energetica di un forno pirolitico è una caratteristica molto importante nella valutazione del migliore modello da scegliere, perchè la pirolisi è un processo ad alta temperatura che comporta un dispendio energetico, e più alta sarà la classe di efficienza energetica del forno, più basso sarà l'impatto della pulizia pirolitica in bolletta.

Ma quanto consuma la pirolisi? In media molto meno di un euro per ciclo convezionale: parliamo quindi di una cifra comunque irrisoria, ma che può essere abbassata scegliendo un modello con classe energetica A++, A+ o A.

Accessori

Gli accessori dei forni pirolitici sono gli stessi dei forni non autopulenti: griglie, leccarde, teglie e altri optional che possono essere in dotazione o acquistati separatamente.

Ciò che è importante valutare nella scelta di un forno pirolitico è se gli accessori sono resistenti o meno alla pirolisi: nel primo caso sarà possibile avviare il ciclo di pulizia automatica lasciando tutti gli accessori in forno, mentre nel secondo caso sarà necessario togliere tutto dal vano cottura per evitare che i materiali di griglie e leccarde si rovinino.

Dove acquistare il miglior forno pirolitico da incasso

Efficace, ecologico ed economico, il sistema di pulizia pirolitica ci permette di risparmiare tempo nelle operazioni di pulizia del forno, dandoci la possibilità di avere uno strumento che se ne occupa al posto nostro.

Oltre a quelli che abbiamo messo a confronto, online e soprattutto su Amazon ci sono molti modelli tra cui scegliere, aiutandosi anche grazie alle opinioni e recensioni degli utenti che li hanno già acquistati.

Le selezioni di prodotti o servizi contenute in questo articolo sono affidabili e indipendenti. In alcune occasioni, viene percepita una commissione sugli acquisti effettuati tramite i link presenti nel testo, senza alcuna variazione del prezzo finale.