I piedi sono la zona del corpo più esposta alle infezioni micotiche: sono spesso a contatto con ambienti umidi o contaminati, come piscine o docce delle palestre. Può inoltre capitare di avere i piedi sudati, ma di non poterci cambiare le calzature e lavarci subito. Si tratta di situazioni che possono far sviluppare una micosi dei piedi, che può essere anche molto fastidiosa, in quanto accompagnata da manifestazioni infiammatorie come bruciore o screpolature, che possono interessare le dita, la pianta o le unghie. Per evitare l'attacco di funghi di vario genere, è quindi importante saper riconoscere una micosi, così da utilizzare i rimedi precisi, abbinati a una terapia medica: importante però anche la prevenzione. Ma scopriamo di più.

Micosi dei piedi: cause e sintomi

La micosi è un'infezione della pelle causata da funghi, microbi o batteri. Solitamente comincia a svilupparsi tra le dita per arrivare poi alla pianta e alle unghie. Gli agenti patogeni che la causano, detti dermatofiti, proliferano in ambienti caldo-umidi come le piscine o le docce delle palestre. Tra le cause esterne della micosi ai piedi ci sono anche la cattiva igiene o l'eccessiva pulizia con prodotti aggressivi che non ripettano il pH della pelle distruggendone il film idrolipidico. Anche calzature non traspiranti, che quindi fanno sudare il piede, e i calzini già infetti, possono essere altre cause esterne della micosi dei piedi.

Tra i sintomi dei funghi dei piedi possiamo riscontrare prurito, bruciore, eccessiva secchezza, piaghe, desquamazione della pelle tra le dita dei piedi, ispessimenti gialli, soprattutto nella zona dei talloni, e odore sgradevole.

Tipologie di micosi del piede: Tinea Pedis o Piede d'Atleta e Onicomicosi

La micosi del piede più comune è la Tines Pedis o Piede d'Atleta che si presenta con piaghe e screpolature tra le dita dei piedi, sulla pianta o su entrambe. Si diffonde con molta facilità e diventa difficile da eliminare se non si interviene subito. Il piede comincia a prudere, fa male e potrebbe anche sanguinare, inoltre è frequente la presenza di desquamazioni o vesciche e i piedi emanano un cattivo odore, anche dopo che li abbiamo lavati. Ad essere più colpiti dal piede d'atleta sono gli sportivi, a causa del calore e del sudore all'interno delle scarpe, che crea terreno fertile per lo sviluppo dei funghi. Può però presentarsi anche quando non si osservano le quotidiane norme igieniche, per evitare la proliferazione di infezioni.

Altra infezioni diffusa è l'onicomicosi, infezione micotica dell'unghia che colpisce frequentemente le unghie dei piedi e, in rari casi, quelle delle mani, sempre a causa dell'esposizione prolungata a calore e umidità all'interno delle scarpe. Il colore delle unghie può alterarsi, diventando giallognolo o grigio, è possibile inoltre riscontrare macchie bianche e spaccature sulla superficie. Può anche verificarsi un ispessimento e una maggiore durezza dell'unghia, che potrebbe anche deformarsi, o, al contrario una estrema fragilità. Anche nel caso dell'onicomicosi, poi, il cattivo odore resta un sintomo comune di questa infezione.

Rimedi naturali per combattere la micosi dei piedi

Il trattamento specifico per la micosi varia in base all'intensità dell'infezione, e sarà il medico a prescrivere una cura adatta. Possiamo però affiancare alla cura medica, degli efficaci rimedi naturali. Il primo è l'aceto di mele che disinfetta la pelle e ne regola il pH, aiutando a combattere la presenza di funghi e batteri, inoltre diminuisce il prurito. Mettete in una bacinella 1 litro d'acqua e 3 bicchieri di aceto di mele, lasciate a bagno almeno per una decina di minuti e poi asciugate bene con un asciugamano pulito. Se la micosi interessa solo l'unghia, potete spennellare l'aceto di mele sulla zona interessata, lasciando agire per alcune ore.

Altro rimedio efficace è il Tea Tree oil che ha proprietà antibatteriche e antimicotiche, inoltre è anche un ottimo cicatrizzante. Mettetene poche gocce all'interno di una bacinella di acqua per fare un pediluvio, oppure applicatelo direttamente sulla zona interessata. Si tratta di uno dei pochi oli essenziali che può essere utilizzato puro: solo se dovete applicarlo sulle unghie è necessario diluirlo con olio d'oliva o comunque con un olio vettore, in quanto potrebbe ingiallirle. Se non avete a disposizione l'olio di tea tree potete utilizzare anche l'olio essenziale di limone o di lavanda.

Con l'argilla verde potete invece realizzare un impacco antimicotico e cicatrizzante che aiuterà anche a disinfettare la zona del piede colpita dalla micosi. Mettete in una ciotolina 2 cucchiai di argilla verde, 1 cucchiaio di olio d'oliva, 5 gocce di olio di tea tree e 5 di olio essenziale di chiodi di garofano, infine aggiungete un po' di acqua così da formare il vostro impacco. Applicatelo sulla zona interessata, sigillatela con la pellicola trasparente e fate agire per 30 minuti. Infine sciacquate con acqua fredda e asciugate bene.

Un rimedio casalingo che sicuramente avete in casa è il limone, dalle proprietà disinfettanti: vi basterà passare il succo di limone fresco  sulle zone interessate, lasciare agire per 20 minuti e risciacquare con acqua fredda.

Dopo l'utilizzo di ognuno di questi metodi è fondamentale asciugare molto bene i piedi e igienizzare calzini e scarpe, per evitare ricadute.

Come prevenirla

Per prevenire la micosi dei piedi è molto importante indossare le scarpette da mare quando ci si trova a bordo piscina o nelle docce, luoghi in cui proliferan funghi e batteri. Inoltre è importante lavare e asciugare bene i piedi dopo lo sport, utilizzato solo asciugamani personali: per asciugare bene la zona tra le dita utilizzate il phon. Dopo aver fatto il bagno in piscina, lavatevi con un detergente antimicotico apposito. Fondamentale poi utilizzare scarpe traspiranti e indossare calzini di cotone, che lasciano respirare la pelle. Per disinfettare calzini e scarpe, come prevenzione, potete inumidirli con qualche goccia di olio di tea tree, che funzionerà come antimicotico naturale: importante poi cambiare i calzini tutti i giorni e lavarli con prodotti delicati. Se amate correre, portate sempre con voi un paio di calzini di riserva, così da cambiarli quando avete i piedi molto sudati.