A quale donna non è mai capitato di ritrovarsi con l'armadio stracolmo di vecchi abiti ma di non riuscire a darli via a causa del loro "valore affettivo"? Michelle Hunziker ha trovato la forza di farlo e, servendosi dell'aiuto della stylist personale Susanna Ausoni, a poche settimane dalla partecipazione alla 69esima edizione del Festival di Sanremo, ha ripulito il suo guardaroba, dicendo addio a una serie di capi che non usava più da anni. La cosa particolare è che li ha messi in vendita su eBay per beneficenza. Fino a quando si potranno acquistare gli abiti della presentatrice? Fino a domani, quando l'asta verrà chiusa.

Michelle Hunziker mette i vecchi abiti all'asta prima di Sanremo

Michelle Hunziker sarà tra gli ospiti speciali della 69esima edizione del Festival di Sanremo, in occasione della quale ritornerà sul palco dell'Ariston che l'ha vista trionfare lo scorso anno. A pochi giorni dall'atteso evento, porterà anche a termine un progetto che aveva lanciato qualche mese fa: l'asta di beneficenza dei suoi vecchi abiti.

Lo scorso novembre, infatti, la presentatrice aveva fatto pulizie nella sua cabina armadio. Servendosi della collaborazione della personal stylist Susanna Ausoni, aveva selezionato una serie di capi che non utilizzava più come dei pantaloni elasticizzati a fiori firmati Attic and Barn, un miniabito di paillettes Trussardi, un gilet di jeans Met, una sottoveste verde in seta D. Exterior, una tutina in cotone elasticizzato American Apparel. Ha poi messo tutto all'asta su eBay nella speranza di raccogliere fondi per l'acquisto di un macchinario medico speciale in un ospedale. I prezzi sono davvero molto vari, si parte da una decina d'euro per alcuni pantaloni rossi a vita bassa di Reed Krafoff, si passa a poco più di 30 euro per un maglione grigio di Zara e si arrivare agli oltre 400 euro per un bomber blu cobalto firmato Trussardi. Tutte quelle che vogliono accaparrarsi uno dei vestiti o degli accessori della showgirl farebbero bene ad affrettarsi, l'asta si chiuderà ufficialmente domani . Non resta dunque che scegliere il proprio capo preferito.