Meghan Markle è incinta, aspetta il suo primo figlio dal principe Harry a soli 5 mesi dal Royal Wedding ed è davvero in splendida forma. Dopo che la famiglia reale ha dato l'annuncio ufficiale della gravidanza, i Duchi del Sussex sono partiti per l'Australia e hanno preso parte a diversi eventi ufficiali. La cosa particolare è che, probabilmente per evitare di mettere a rischio il feto, si è rifiutata di mangiare un cibo tradizionale del luogo, offertole da uno chef australiano molto famoso: ecco di cosa si tratta.

Meghan Markle in visita al ristorante australiano

Meghan Markle e il principe Harry sono volati in Australia per il tour ufficiale del paese a pochissimi giorni dall'annuncio ufficiale della gravidanza. La principessa ha messo per la prima volta in mostra le rotondità e si è cullata con dolcezza il pancino, a dimostrazione del fatto che già ama alla follia il piccolo che porta in grembo. Qualche giorno fa ha inoltre visitato con il marito il Charcoal Lane di Melbourne, un famoso ristorante in cui l'apprendista chef Brooke Warr ha fatto toccare, annusare e assaporare alcuni piatti della cucina locale, ma la cosa particolare è che la Markle si è rifiutata di mangiare un cibo in particolare. Si tratta delle cosiddette foglie di peperone, usate per guarnire i piatti e ricche di vitamina E, che una volta aperte sembrano avere lo stesso sapore del caviale. La Duchessa, però, ci è andata cauta e ha preferito non assaggiarle: lo avrà fatto per preservare la salute del feto o perché le danno fastidio determinati odori come capita a diverse donne in dolce attesa? Insomma, nonostante faccia parte della Royal Family, Meghan è una futura mamma assolutamente "normale" che deve fare alcune rinunce durante la gravidanza.

Meghan Markle criticata per lo spacco audace

Qualche giorno fa Meghan Markle ha sorpreso tutti con un look davvero audace, per un evento ufficiale in Australia aveva infatti indossato un lungo abito di lino a righe con uno spacco davvero audace che metteva in mostra le gambe, cosa contraria all'etichetta che impone invece delle gonne lunghe almeno fino al ginocchio. In risposta a tutti coloro che l'hanno criticata per il dettaglio "eccessivo", lei ha cominciato a sfoggiare solo completi bon ton come ad esempio quello scelto per l'arrivo alle isole Fiji. La principessa si è affacciata al balcone del Grand Pacific Hotel di Suva in total white con un abito bianco di Zimmerman accollato, al ginocchio e con le maniche lunghe, abbinato a un cappellino in stile britannico e a dei décolleté con il tacco a spillo. Insomma, a quanto pare Meghan ha trovato il modo per "farsi perdonare", non poteva essere più elegante di così.