Meghan Markle è andata in congedo di maternità e, nonostante da settimane sia lontana dai riflettori, continua a far parlare di sé. Ha più volte dimostrato di essere una principessa "ribelle" e di non riuscire proprio ad accettare le rigide regole imposte dall'etichetta ma quello che ha fatto di recente è andato oltre ogni limite e probabilmente farà infuriare la regina. A pochi giorni da parto, infatti, la moglie di Harry ha licenziato il ginecologo di corte a cui da sempre si è affidata la sovrana.

Meghan Markle vuole la mamma al suo fianco durante il parto

Fin da quando è entrata nella Royal Family britannica nel maggio del 2018, Meghan Markle è continuamente finita al centro delle polemiche a causa del suo animo ribelle e oggi, nonostante sia andata in congedo di maternità, continua a far parlare di lei. Dopo essere stata "punita" dalla regina per la sua incapacità di sottostare alle etichette reali, ha fatto ancora una volta qualcosa che potrebbe far infuriare la sovrana. A pochi giorni dal parto del primo figlio del principe Harry ha infatti licenziato i medici di riferimento di Elisabetta II, Alan Farthing e Guy Thorpe-Baeston, ovvero i ginecologi a cui quest'ultima si è sempre affidata e che hanno fatto nascere anche i tre figli di Kate Middleton e William. Il motivo di questa scelta discutibile? La Markle non vorrebbe avere intorno uomini in divisa nobiliare in sala parto. Al loro posto dovrebbero esserci dei medici di sua fiducia, dei quali però non ha voluto rivelare il nome, e la madre Doria Ragland. Insomma, dopo aver deciso di partorire in una clinica vicino al Frogmore Cottage di Windsor e non al St Mary's Hospital di Paddington, Meghan continua a far discutere: come l'avrà presa Elisabetta II?