Sprofondare in un sonno profondo non appena si poggia la testa sul cuscino non è per tutti un gioco da ragazzi, c'è chi si sveglia al minimo rumore, chi si alza sempre nel bel mezzo della notte e chi non sopporta ogni tipo di fonte di luce, da quelle artificiali a quelle naturali che filtrano attraverso le persiane nelle prime ore del mattino. Per chi ha quest'ultimo tipo di problema la soluzione può essere una mascherina da notte. Se fino a qualche tempo fa veniva considerato un accessorio superfluo usato solo nei film, ora è stato rivalutato poiché favorisce il sonno lungo, profondo e ristoratore. Ecco dunque quali sono i consigli per utilizzarla nel modo giusto e i benefici che hanno sia sul sonno che sulla salute.

I benefici della mascherina da notte

La mascherina da notte è l'accessorio con cui si coprono gli occhi prima di andare a dormire e, oltre a proteggere da ogni fonte di luce, ha innumerevoli benefici sulla salute. Innanzitutto favorisce un sonno lungo e profondo e, come se non bastasse, giova anche alla pelle. Il motivo è molto semplice: quando è coperta, la zona perioculare si mantiene rilassata, dunque al risveglio appare più distesa. Non è un caso che, per migliorare questo effetto, si può vaporizzare il lato della mascherina che poggia sugli occhi con dell'acqua termale rinfrescante. Chi è alla ricerca di un rimedio ancora più efficace per vantare un viso impeccabile appena sveglio può fare un impacco con acqua termale e fiori di camomilla per una decina di minuti. Così facendo, si allevierà il gonfiore e si decongestioneranno gli occhi.

Quale mascherina da notte scegliere?

La mascherina da notte deve essere in tessuto naturale, morbido e traspirante se la si vuole indossare regolarmente. I tessuti migliori sono la mussola di cotone, la seta o il raso poiché, essendo molto soffici, non creano attriti ed evitano irritazioni e arrossamenti. Se si soffre di acne o di altri problemi alla pelle, è necessario puntare tutto su un tessuto traspirante che non infiammi ancora di più il derma. In tutti i casi è necessario lavare la mascherina regolarmente con un detergente delicato, così da eliminare ogni traccia di germi e di batteri che possono accumularsi durante la notte.