Nonostante le lotte contro l'anoressia e le richieste alle case di moda di non utilizzare immagini in cui appaiono donne troppo magre, ci sono ancora marchi che scelgono di esporre nelle proprie vetrine manichini eccessivamente "slim". Dopo un marchio d'alta moda come La perla, accusato nei mesi scorsi di aver esposto manichini che raffiguravano corpi femminili eccessivamente esili, è adesso un brand low cost ad essere finito nell'occhio del ciclone. E' stata una cliente a twittare la fotografia del manichino con costole in bella vista posizionato in una vetrina di uno store Primark di Glasgow. Lei si chiama Mel Fraser e sul social ha condiviso l'immagine del manichino scheletrico taggando il brand low cost e accompagnando la fotografia con il seguente commento: "Caro Primark, è proprio necessario avere manichini con le costole sporgenti?".

Il messaggio di protesta in breve tempo è stato ritwittato più di 2000 volte. Il marchio dopo aver letto il Tweet ha immediatamente risposto, ringraziando la cliente per aver portato all'attenzione la questione, e scrivendo "Grazie per aver portato il caso alla nostra attenzione. Parleremo domani con il nostro team. Può per favore dirci di quale negozio si tratta?". Dopo il polverone alzato dall'immagine dei manichini troppo magri il brand ha immediatamente annunciato che questi ultimi saranno rimossi al più presto e che le vetrine verranno immediatamente modificate.