Il bagno è uno dei luoghi più puliti della casa, visto che viene pulito in continuazione e in modo accurato, peccato solo che spesso si mettono in atto delle cattive abitudini che potrebbero mettere a rischio la propria salute. Utilizzare lo stesso spazzolino dopo aver avuto l’influenza, non cambiare mai la spugna, fare il bagno in una vasca non disinfettata, sono tutte cose che dovrebbero essere evitate. Ecco le cose che si fanno spesso in bagno ma che sono assolutamente disgustose.

1. Utilizzare lo stesso spazzolino dopo essere stati malati – Capita spesso di avere il raffreddore o l’influenza e di continuare ad utilizzare lo stesso spazzolino anche quando si è completamente guariti. La cosa è assolutamente dannosa per la salute, visto che i germi contenuti nella saliva e nel muco rimangono incastrati tra le setole, aumentando il rischio di infezioni.

2. Tenere tutti gli spazzolini in un’unica tazza – Condividere il bagno con i propri familiari o con i coinquilini significa anche lasciare nella stessa tazza i propri spazzolini. Far entrare in contatto due oggetti che toccano una parte del corpo tanto intima e delicata aumenta il rischio di andare incontro a malattie. Meglio dunque utilizzare diversi contenitori, così da dare modo allo spazzolino di “respirare”.

3. Poggiare il sapone su una superficie piatta e senza fori – I portasapone spesso sono piatti e senza fori, cosa che favorisce lo sviluppo della muffa. Il sapone infatti rimane sempre bagnato e i batteri trovano il luogo ideale per moltiplicarsi.

4. Lasciare sviluppare la muffa sulla tenda della doccia – Le spore della muffa sono microscopiche e, quando comincia a formarsi quell’antiestetico alone nero, si sono ormai moltiplicate in modo spropositato. Lasciarle crescere sulla tenda della doccia fa andare incontro a allergie e asma.

5. Usare lo stesso asciugamano dei coinquilini – L’asciugamano è il luogo ideale per lo sviluppo dei germi e della muffa ed ognuno dovrebbe avere il proprio. Il segreto per evitare conseguenze negative è cambiarlo almeno una volta alla settimana.

6. Fare il bagno in una vasca non disinfettata – Fare il bagno è uno dei piaceri della vita ma quando la vasca non è stata disinfettata potrebbe diventare un problema. I batteri e i germi che la ricoprono potrebbero infettare le parti intime, i tagli, le ferite o i peli incarniti.

7. Lasciare il rasoio sotto la doccia – A chi non è mai capitato di lasciare il rasoio utilizzano all’interno della doccia anche dopo aver smesso di utilizzarlo? Un’abitudine simile è assolutamente sbagliata, visto che già essere contaminato con batteri e ruggine.

8. Non pulire la maniglia della porta e l’interruttore della luce – Maniglia della porta e interruttore della luce sono due cose che tocchiamo spesso quando andiamo in bagno, anche prima di procedere con la doccia o con la pulizia delle mani. E’ chiaro dunque che sono ricoperte di batteri e che devono essere disinfettate quotidianamente.

9. Utilizzare una spugna per più di tre mesi – La spugna utilizzata in bagno è una delle cose che attira più batteri in assoluto. Rimane umida a lungo e viene passata praticamente su tutto il corpo. Subito dopo averla usata, sarebbe bene lasciarla ad asciugare con cura.