Una signora elegante, sempre vestita di bianco e con i capelli nerissimi tirati in uno chignon. Così l'Italia ricorda Carla Fracci, la "signora della danza" italiana: l'étoile è scomparsa a 84 anni nella sua casa di Milano. Raffinata, leggiadra, perfino algida. Ma anche pioniera e rivoluzionaria, la ballerina figlia di un tranviere che aveva "lavorato come un'operaia" massacrandosi i piedi sulle punte di gesso per costruirsi una carriera. La danza era la sua vita, e si vedeva: anche fuori dal palco pareva che danzasse, sempre drappeggiata in abiti bianchi e scarpette da ballo con il mezzo tacco. Ma quella scelta così caratteristica – di vestire prevalentemente di bianco, sia di giorno che di sera – in realtà poco o nulla aveva a che fare con i tutù. Era una scelta che rifletteva la sua natura fine e aristocratica, il suo senso del pudore.

Il momento in cui Carla Fracci ha iniziato a vestirsi di bianco

Dai red carpet alle apparizioni in televisione, fino all'occasione mondana per eccellenza, la Prima della Scala, Carla Fracci si è sempre fatta notare per gli abiti chiari, bianchi o crema, che sembravano costumi di scena: balze, pizzi, maniche a sbuffo e mantelle drappeggiate intorno alle spalle. Questa sua caratteristica è diventata proverbiale, tanto che in un'intervista al Corriere della Sera ha dovuto puntualizzare: "Ma non è vero che vesto solo di bianco! Nel guardaroba invernale, da qualche parte, ho anche qualcosa di marrone e persino di verde… "

Carla Fracci vestita eccezionalmente di marrone: un tailleur con camicia coordinata
in foto: Carla Fracci vestita eccezionalmente di marrone: un tailleur con camicia coordinata

In quella stessa intervista la ballerina ha spiegato che questa sua scelta di stile è nata nel periodo in cui era incinta del figlio Francesco, nel 1969. "Avevo pochissima pancia ma cercavo un modo per accentuare ancora di più la riservatezza di quel momento. Il bianco come discrezione, insomma". Il colore chiaro dei suoi abiti veniva spesso in risalto da collane in corallo, rosso splendente, o in ambra. Sotto gli abiti larghi e leggeri ha sempre indossato scarpe basse, con il laccetto: vere e proprie scarpette da ballo. I capelli, nerissimi nonostante l'età, sempre tirati indietro in uno chignon: Carla Fracci era la personificazione della danza classica.

Carla Fracci improvvisa un passo di danza sul red carpet a Roma
in foto: Carla Fracci improvvisa un passo di danza sul red carpet a Roma

L'amicizia con la stilista Laura Biagiotti

Gli abiti di Carla Fracci sono spesso stati realizzati per lei da Laura Biagiotti, stilista e amica scomparsa nel 2017. Grazie al suo stile elegante, sensuale e femminile, Laura Biagiotti ha vestito molte donne dello spettacolo, da Virna Lisi a Milva, passando per Milly Carlucci e Nancy Brilli. Carla Fracci aveva un rapporto personale con la stilista: spesso era in prima fila alle sue sfilate, per applaudire le creazioni che sfilavano in passerella.

Carla Fracci con gioielli rossi che spiccano sul cappotto bianco
in foto: Carla Fracci con gioielli rossi che spiccano sul cappotto bianco

Durante la Fashion Week del 2016, Carla Fracci fu intervistata da Fanpage.it proprio a margine di una sfilata di Laura Biagiotti al Piccolo di Milano. In quell'occasione spiegò cosa apprezzava del suo stile: "Laura è una donna che si rinnova completamente – disse l'étoile – lei è conosciuta per il bianco, ma è una donna che va avanti". Due icone di eleganza salutate con commozione dall'Italia intera.