La Royal Family inglese è una delle più amate e seguite al mondo e tutto ciò che la riguarda riesce a fare scalpore. Ad attirare le attenzioni dei media sono soprattutto i principini, ogni volta che appaiono di fronte la telecamera incantano tutti con la loro dolcezza ma, nonostante le apparenze, per la mamma Kate Middleton non è un gioco da ragazzi crescerli. Di recente, ad esempio, ha raccontato del difficile periodo dell'allattamento, facendo riferimento al fatto che ha voluto comportarsi come un "normale" genitore senza delegare la tata quando i piccoli non riuscivano a dormire.

Kate Middleton: "L'allattamento è stato una lotta"

Kate Middleton non è solo una delle principesse più glamour del mondo, è anche una mamma ma, nonostante faccia parte della Royal Family, ha deciso di comportarsi come un genitore "normale". E' sempre stata propensa all'allattamento al seno e durante il recente tour nell'Irlanda del Nord ha ammesso con naturalezza di aver aver trovato non poche difficoltà quando lo ha fatto con i suoi tre figli. "Allattare al seno George, Charlotte e Louis è stata una lotta", ha rivelato la Duchessa, facendo riferimento anche al fatto che ha spesso passato le notti in bianco solo per cullare personalmente i principini. Insomma, la Middleton e William hanno capito bene quanti sacrifici bisogna fare per diventare genitori: sarà per questo che per il momento non sembrano avere alcuna intenzione di mettere al mondo il quarto erede al trono?

Il soprannome della principessa Charlotte

La famiglia è una parte importante della vita di Kate Middleton, tanto da non riuscire a fare a meno di parlare dei figli ogni volta che appare in pubblico. Se in passato la Duchessa aveva rivelato che il piccolo George amava farsi chiamare Archie, durante il viaggio in Irlanda del Nord è passata alla principessa Charlotte. La secondogenita avrebbe un soprannome decisamente più istituzionale, ovvero "Lottie", un diminutivo abbastanza comune nel Regno Unito, non a caso a usarlo è anche la sorellina di Kate Moss. Insomma, sembra proprio che tra i Royals vadano di moda i vezzeggiativi, ogni loro membro ne ha uno, addirittura la regina Elisabetta II. Quale nomignolo verrà affibbiato all'ultimo arrivato Louis?

La parola che la tata di George e Charlotte non può pronunciare

La tata è un mestiere molto comune ma praticare questa professione all'interno della Royal Family è un privilegio riservato a pochi. Maria Teresa Turrión Borrallo è la donna che da anni si prende cura dei Royal Babies inglesi, ha 44 anni, è di origini spagnole e più di una volta è stata "paparazzata" agli eventi ufficiali al fianco dei piccoli eredi al trono. A far discutere questa volta, però, non è tanto il suo look rigoroso, quanto piuttosto una cosa che le viene imposta tra le mura di Buckingham Palace. La tata, infatti, ha il divieto assoluto di rivolgersi ai principini usando la parola "bambini", deve chiamarli semplicemente con il nome di battesimo. Il motivo? Le è stato insegnato così nella prestigiosa scuola Norland, quella da cui provengono la maggior parte delle bambinaie dell'aristocrazia britannica. La parola bambini potrebbe essere considerata un segno di superiorità da parte dell'adulto, mentre il nome proprio è un segno di rispetto a prescindere dall'età. Insomma, chiunque si ritrovi ad avere a che fare con i principini inglesi farebbe bene a fare attenzione al termine usato per chiamarli, l'errore di stile e di etichetta è sempre dietro l'angolo.