Nella prima giornata della Milano Fashion Week, dedicata alle collezioni donna Autunno/Inverno 2017-18, è andato in scena lo show Gucci. Per la prima volta, la Maison italiana ha presentato in contemporanea sia la linea uomo che quella donna, mettendo in atto una vera e propria rivoluzione nel fashion system. Durante la sfilata sono stati presentati abiti dal gusto rétro e romantico, che rimandano a un lontano mondo orientale. Colori accesi, stampe floreali, fantasie tartan, collare punk e piercing al setto sono solo alcuni dei dettagli che caratterizzano i capi della linea.

A rendere lo show davvero unico sono stati gli uomini e le donne che hanno sfilato fianco a fianco, simbolo del fatto che le collezioni unisex diventeranno presto una realtà anche nell'Alta Moda. I vestiti e gli accessori Gucci sembrano essere intercambiabili, tanto che a primo impatto è quasi impossibile distinguere il sesso dei modelli. Ad attirare l'attenzione dei presenti è stato soprattutto un dettaglio che ha completato i look maschili: le scarpe. I giovani top model che hanno calcato la passerella della Maison hanno infatti indossato delle ballerine, avvicinandosi sempre più all'universo femminile nel modo di vestirsi.

Non è la prima volta che queste calzature vengono presentate alla Milano Fashion Week dalla Maison, Alessandro Michele le aveva già proposte per la Primavera/Estate 2016 con tanto di lacci, glitter e fiorellini. Questa volta ha puntato su modelli più "virili" in pelle total black, decorati solo con dei piccoli fori sulla parte anteriore. Anche se probabilmente gli uomini "comuni" non le indosseranno con facilità come fanno i ragazzi in passerella, le ballerine da maschio sono un simbolo del cambiamento in corso nel fashion system: è davvero arrivata l'epoca degli abiti "genderless"?