Prendersi cura della propria vagina è fondamentale per stare bene e sentirsi in salute. Per farlo, è necessario sottoporsi a dei controlli ginecologici con una certa regolarità, così da combattere e prevenire dei possibili disturbi. I genitali femminili sono particolarmente esposti a infezioni e irritazioni, basta utilizzare il detergente o la biancheria sbagliata per sentire prurito, avere delle perdite o dei piccoli fastidi: ecco quali sono le 8 cose che nessuna donna dovrebbe fare secondo i ginecologi.

1. Alterare l’equilibrio del pH vaginale – I detergenti intimi aggressivi, le lavande lavande vaginali, i profumi non fanno altro che danneggiare la salute della vagina. In particolare, aumentano il pH, lo rendono meno acido e quindi espongono i genitali a infezioni e secchezza. Un pH normale deve andare da 3.8 a 4.5.

2. Non prendersi cura della propria igiene durante il ciclo – Durante il ciclo mestruale, le proprie parti intime possono andare incontro a infezioni molto più facilmente. Non solo il sangue cambia il pH della vagina, modificando gli equilibri, ma gli assorbenti accumulano anche una quantità elevatissima di batteri. E' necessario dunque cambiarsi frequentemente e lavarsi con un detergente delicato.

3. Mangiare cibo spazzatura – A dispetto di quanto si potrebbe pensare, seguire una dieta sana è essenziale per la salute della vagina. Cibi raffinati, fritti, bevande zuccherate e gasate dovrebbero essere eliminati perché aumentano il rischio infezioni. Via libera, invece, a yogurt, frutta e verdura.

4. Avere rapporti non protetti –  I rapporti non protetti espongono a gravidanza indesiderate e a malattie sessualmente trasmissibili. E' necessario dunque proteggersi per evitare di doversi sottoporre a cure o operazioni di vario tipo. E' necessario, inoltre, urinare sempre al termine dei rapporti, così da ridurre anche il rischio di infezioni alla vescica.

5. Fumare – Il fumo non danneggia solo i polmoni ma anche la vagina. La nicotina, infatti, espone le parti intime all'attacco di batteri "cattivi".

6. Usare a lungo antibiotici – Gli antibiotici riducono la flora batterica e di conseguenza le difese immunitarie. Prenderli a lungo significa esporre il proprio corpo alle infezioni. E' consigliabile, dunque, assumerli solo quando consigliato dal medico.

7. Utilizzare detergenti intimi aggressivi – La scelta del detergente intimo è fondamentale quando si parla di salute della vagina. E' necessario applicarlo solo sulle zone esterne e scegliere quelli più delicati. Al termine del lavaggio, sarebbe meglio utilizzare anche della biancheria intima di cotone, evitando la lingerie sintetica.

8. Non andare dal ginecologo regolarmente – Andare dal ginecologo non piace a nessuna ma è necessario fare delle visite regolarmente. In questo modo, si riusciranno a prevenire tutti i possibili disturbi.