La pillola anticoncezionale è uno dei metodi contraccettivi maggiormente utilizzati dalle donne per ridurre al minimo la possibilità di andare incontro gravidanze indesiderate. Servendosi dell’azione combinata di due ormoni, riesce a bloccare l’ovulazione e a provocare il ciclo mestruale una volta ogni 28 giorni. Quando si smette di assumerla, però, si verificano una serie di cambiamenti nell'organismo che potrebbero provocare degli effetti collaterali indesiderati: ecco quali sono e per quale motivo si verificano.

1. Aumenta il desiderio sessuale – Molte donne che prendono la pillola anticoncezionale sperimentano un drastico calo della libido a causa degli sbalzi ormonali che provoca. Quando si smette di assumere il farmaco, inevitabilmente si registra un aumento del desiderio sessuale e il motivo è molto semplice: il ciclo mestruale diventa naturale e prevede anche un picco di testosterone durante l'ovulazione, capace di far salire l'eccitazione alle stelle.

2. Il ciclo mestruale è irregolare – La pillola anticoncezionale viene utilizzata per regolarizzare il ciclo e per evitare delle gravidanze indesiderate ma per farlo "simula" l'ovulazione. Quando si smette di assumerla, è normale che le mestruazioni non siano più regolari, visto che i livelli di ormoni impiegano diverso tempo per ritornare a essere stabili. Entro 12 mesi, però, dovrebbe tornare tutto alla normalità, in caso contrario sarebbe meglio rivolgersi a un medico esperto.

3. Il ciclo mestruale diventa più lungo e doloroso – Alcune donne cominciano a prendere la pillola per rendere il loro ciclo mestruale più breve e meno doloroso. Non è un caso che, quando si smetterà di assumerla, quel periodo del mese potrà risultare molto più pesante del solito. Si tratta però di una cosa assolutamente naturale. Nel caso in cui i crampi dovessero essere eccessivamente forti, ci si può rivolgere a uno specialista per capire se c'è qualcosa di cui preoccuparsi o meno.

4. Può comparire qualche brufolo in più – La pillola anticoncezionale tiene sotto controllo la produzione di ormoni e, evitando ogni tipo di squilibrio, limita la comparsa degli antiestetici brufoli. Quando una donna smette di prenderla potrà ricominciare a soffrire di acne ma non deve farsi prendere dal panico: è la dimostrazione del fatto che i livelli di ormoni nel suo corpo stanno tornando alla normalità.

5. Il seno può diventare più piccolo – Le pillole anticoncezionali che contengono alti livelli di estrogeni spesso rendono il seno più abbondante ma si potrà dire addio a questo effetto "desiderabile" quando si smetterà di assumere il farmaco. Al contrario, invece, se il décolleté è cresciuto con l'età o con l'aumento di peso, rimarrà invariato.

6. Si può rimanere di nuovo incinte – Sono molte quelle che credono che smettere di prendere la pillola significhi avere un breve periodo in cui non si è fertili ma in realtà è assolutamente sbagliato. Anche se il ciclo mestruale sarà irregolare nei primi tempi, si potrà lo stesso ovulare e di conseguenza rimanere incinte. Se non si vuole andare incontro a una gravidanza, sarebbe meglio utilizzare degli appositi metodi contraccettivi.