Con l’Epifania le feste sono ormai finite ed è arrivato il momento di tornare a conservare palline, albero e tutti gli accessori natalizi. L’unica eccezione viene fatta con le calze della Befana, che rimangono in giro per la casa fin quando il loro contenuto non viene completamente svuotato. Per tutti quelli che non vogliono tenerle in soffitta fino all’anno prossimo esistono infiniti modi per riciclarle. Basta servirsi di un po’ di manualità e di fantasia. Ecco gli 11 modi per dare nuova vita alle calze della Befana.

1. Giochi per bambini – Le calze possono essere trasformate facilmente in giochi per bambini, come ad esempio delle marionette. Basta infilarla sulla mano, allargare il pollice, come a simulare l’apertura di una bocca, e fare un taglio in verticale. A questo punto, si potrà applicare una stoffa di dimensione ovale, su cui dovrà essere dipinta una lingua. Naturalmente, dovranno essere disegnati anche gli occhi e il naso, magari anche servendosi di stoffe di altri colori.

2. Pupazzo – Un altro modo per riciclare la calza della Befana è trasformarla in un pupazzo a forma di serpente o di lucertola. Il segreto è riempirla di stoffa per darle volume e decorarlo con i più svariati accessori per renderlo davvero unico.

3. Cuscino cervicale – Quando si ha una calza in cotone e non in lana, l’ideale è realizzare un cuscino cervicale, sfruttando l’incavo naturale creato dal collo del piede. Deve essere riempita con noccioli di ciliegia e semi di lino lavati ed asciugati, stando bene attenti a non renderla estremamente rigida. Per riscaldarlo lo si può avvicinare al termosifone e in pochissimo tempo riuscirà a donare dei momenti di estremo relax.

4. Sacchetti profumati – Il modo più semplice per riciclare le calze è trasformarle in sacchetti profumati da mettere nei cassetti dell’armadio. Devono essere semplicemente riempite con delle erbe aromatiche, come la menta, il rosmarino, la lavanda, e il gioco è fatto.

5. Portamonete – Chi invece ha ricevuto una calza molto piccola può riciclarla facendola diventare un portamonete. Basterà applicare una cerniera sul lato aperto e potrà essere portato sempre nella borsa.

6. Paraspifferi – Se la calza avuta in dono è molto grande e se si ha dimestichezza con l’ago e il filo, può diventare un paraspifferi. Tagliando e ricucendo la parte tubolare, riempita di gomma, si possono creare dei paraspifferi davvero originali.

7. Segnaposto – Gli amanti del riciclo creativo possono trasformare le calze della Befana in simpatici segnaposto, soprattutto quelle che hanno già ricamato su il nome di uno dei componenti della famiglia. In caso contrario, basta utilizzare l’ago e il filo per aggiungerlo e per personalizzarla.

8. Giochi per i cuccioli – Quando si hanno dei gatti in casa, le calze della Befana possono diventare dei giochini per loro, anche se di sicuro saranno destinate a rovinarsi. Infilandole su delle bottiglie di plastica, diventeranno i loro accessori preferiti.

9. Porta giochi – A Natale, si sa, i bimbi ricevono innumerevoli giocattoli che invadono la casa. Non c’è nulla di meglio delle calze della Befana per conservarli e per far rendere la casa perfettamente ordinata.

10. Portapenne – Se si hanno dei bambini che vanno ancora a scuola e che amano il Natale, le loro calze possono essere trasformate in portapenne. Basta aggiungere una cerniera sulla parte aperta e riempirla con tutti i suoi pastelli e pennarelli.

11. Ferma porta – Come ultima cosa, con le vecchie calze si possono creare anche dei fermaporta. Devono essere riempite con dei semi di lino e chiuse con ago e filo sulla parte aperta e renderanno l’arredamento davvero unico. Naturalmente, bisognerà ricordare di eliminare tutti i dettagli natalizi come palline e nastrini.