Le città si illuminano, le case si addobbano e le strade si riempiono di persone alla ricerca del regalo perfetto, sono tutti segni dell’arrivo del Natale. Venti giorni di fuoco, che tra pranzi, cene, incontri con parenti lontani e tombolate varie rendono alcune persone davvero intolleranti. I perfetti ‘Grinch’ non riescono proprio ad amare il Natale, per loro l’arrivo di dicembre è un momento drammatico ed ogni anno troveranno sempre un motivo in più per odiare la festività più attesa al mondo. Scopriamo quali sono i 10 motivi per cui si odia il Natale.

1. Strade affollate – Nei giorni precedenti al Natale, le città impazziranno: traffico, folla in metropolitana, cortei di persone per le strade e nei negozi. Ti imbatterai in persone letteralmente impazzite per la ricerca del regalo perfetto, sommerse da buste e in preda all’ansia.

2. Buonismo gratuito diffuso – Persone che si sono dimenticate di te per un anno intero, improvvisamente si ricordano di farti gli auguri, senza neppure chiederti se stai bene e se sei ancora vivo. Perché fare gli auguri a tutti i costi, anche se non sono davvero sentiti?

3. Cene con i parenti – A Natale tutti i parenti si ricordano di te, ma è solo una convenzione. Il loro interesse è solo informarsi degli ultimi gossip che ti riguardano: sapere se ti sei fidanzata, se ti sei laureata, se hai trovato lavoro.

4. Pranzi interminabili – Aperitivo, antipasto, primo, secondo, contorno, frutta, frutta secca, dolce e amaro: queste sono solo una minima parte dei menù natalizi, che ti faranno venire voglia di rimanere un mese intero collassata sul divano. Tra la vigilia, Natale e Santo Stefano mettiamo su una decina di chili perché “è tradizione”.

5. Nessuno vuole uscire – I giorni di Natale sono una condanna: sei costretta a rimanere in casa, magari con quel lontano zio che proprio non sopporti, perché tutti i tuoi amici saranno rintananti in casa tra cibo e tombole varie.

6. La tombola e i giochi da tavola – Arriva per tutti il momento in cui si viene invitati a partecipare ad una gigantesca, quanto noiosa, tombolata. Puntualmente sei sempre tu che non riesci a fare neanche un ambo e alla fine della serata, non solo sarai esausta per la noia, ma anche con qualche euro in meno in tasca.

7. Ricevere regali brutti – Natale è anche l’apoteosi del riciclo dei regali. Ci sarà sempre la cugina o la zia che sceglierà un regalo davvero brutto. La tua risposta sarà puntualmente “Ah, grazie, ma non dovevi”, perché davvero se lo sarebbe potuto risparmiare.

8. Regali fatti solo per non fare brutta figura – Sciarpe, pantofole, maglioni: chi non riceve ogni anno almeno una di queste cose? Fate i regali solo quando lo sentite realmente, altrimenti cadrete sicuramente nella banalità.

9. Il cinepanettone – Ogni anno ci ripropongono puntualmente lo squallido film natalizio, in cui i protagonisti non fanno altro che tradirsi l’uno con l’altra. Ogni anno ti chiederai come faccia la gente ad andare al cinema a vedere cose così stupide.

10. "Che fai a Capodanno?” – E’ la classica domanda che tutti cominciano a farti a partire dall’inizio del periodo natalizio. Perché tormentarci di ansia dieci giorni prima per una semplice serata?