Lauren Wasser è la modella di 31 anni che nel 2012 è finita su tutti i giornali con la sua terribile storia. Un assorbente interno che aveva usato durante il ciclo mestruale le aveva causato un terribile choc tossico, costringendola a correre in ospedale alle prese con degli strani sintomi. All'inizio credeva che si trattasse solo una normale influenza, poi è stata colpita da un infarto e attaccata a un respiratore. I medici le davano solo l'1% di possibilità di sopravvivenza, lentamente il corpo stava andando in cancrena, cosa che li ha costretti ad amputare prima la gamba destra e poi quella sinistra a 6 anni di distanza.

Lo scorso anno Lauren si è sottoposta alla seconda amputazione, ha perso anche la seconda gamba, quella sinistra, ma nonostante ciò non ha perso la positività che l'ha sempre contraddistinta. Nel momento in cui si è risvegliata dall'operazione ha promesso a se stessa che non si sarebbe arresa e che avrebbe lottato con tutte le sue forze per continuare a vivere al massimo. "Avevo solo 30 anni e volevo tornare a essere attiva. Quella di farmi amputare anche la seconda gamba è stata la decisione migliore che abbia mai preso e l'ho fatto per me stessa. Sono fortunata a essere viva e che questo non mi abbia uccisa", ha spiegato Lauren orgogliosa.

Ora il suo obiettivo è servirsi dei social per aiutare e ispirare persone che si trovano nelle sue stesse condizioni ma la cosa più incredibile è che si sta allenando duramente per partecipare alla prossima maratona di New York, che si disputerà il 3 novembre. Lauren ha delle protesi, le chiama "i miei trofei" ed è più soddisfatta che mai. Continua a fare la modella, ha partecipato alle campagne per H&M e Adidas ed è felicissima di essere sopravvissuta a qualcosa di tanto drammatico, anche se è costretta a portarne i segni sul corpo.