Si è spesso detto di Kate Middleton che è una donna sempre impeccabile nello stile, attentissima a ogni look sia casual che per le occasioni speciali. Tante volte è stato posto l'accento anche sul suo occhio al “risparmio”. L’abbiamo vista indossare più volte gli stessi abiti così come ha fatto notizia il suo fare shopping anche da brand low cost, non solo di lusso. A quanto pare le buone abitudini in fatto di moda non sono del tutto nuove tra i membri della royal family. Prima della duchessa di Cambridge anche l’amatissima principessa Diana si era mostrata molto attenta al riciclo dei vestiti. Con pochi accorgimenti e modifiche sartoriali portava in vita gli abiti dando loro nuova forma, così da poterli sfoggiare senza risultare mai banale e ripetitiva.

Lady Diana aveva l'abitudine del riciclo creativo

Ultimamente si parla molto di moda sostenibile, che non vuol dire solo rendere la produzione meno inquinante, ma anche adottare strategie che possano limitare gli sprechi. Riciclare gli abiti è un’ottima soluzione di risparmio, abitudine che aveva adottato anche la principessa Diana, molto prima che esplodesse l’attenzione per questi temi. Lady D nella sua vita ha sfoggiato abiti bellissimi: il suo stile è stato spesso sotto i riflettori e ha attirato l’attenzione di tutti. Proprio paragonando alcuni suoi outfit si possono notare delle somiglianze, o meglio: a volte si tratta dello stesso abito modificato. La moglie del principe Carlo era solita far apportare modifiche agli abiti (ma anche ai gioielli) così da dare loro nuova vita. In fondo bastava poco. Era sufficiente togliere le maniche a un abito per renderlo un corpetto. Ma ancora più semplicemente, bastava un po' di attenzione agli abbinamenti. Ecco per esempio lo stesso abito a pois sia indossato con pullover bianco e camicia che indossato intero con giacca rossa: et voilà, il look sembra nuovo.