La pandemia ha sconvolto le nostre abitudini e il nostro mondo e anche la moda ha dovuto adattarsi. Nessun capo è stato così popolare negli scorsi mesi come la tuta: tra le restrizioni alla vita sociale e le lunghe giornate chiusi in casa abbiamo messo da parte temporaneamente i completi per l'ufficio, le camicette e i tailleur e ci siamo rifugiati un una tuta morbida e calda. La vera novità però è che la tuta ora si porta anche fuori casa in versione chic, con il cappotto elegante e le scarpe con il tacco. Complice il lockdown la tuta da ginnastica è diventato il capo perfetto "around the clock" cioé in tutti i diversi momenti della giornata, dallo smartworking alla passeggiata con gli amici. Non una tuta qualsiasi però: per scegliere il modello giusto bisogna seguire alcune semplici regole, dal colore all'abbinamento.

Coordinata e in colori pastello: il modello del momento

Parola d'ordine: comodità. La tuta infatti è stata la nostra compagna in questi mesi tra il divano e il tappetino dello yoga e non ha risparmiato nemmeno influencer e celebrità come Chiara Ferragni e Victoria Beckham: perfino posh spice, la più elegante del gruppo, si è fotografata con una morbida tuta in cotone. Per trasformare il più sportivo dei capi in un outfit  in chic bisogna seguire delle regole: linee pulite, tagli morbide e colori delicati senza stampe, zip o loghi.

Chiara Ferragni
in foto: Chiara Ferragni

Innanzitutto, la tuta non si porta più "spezzata", abbinando felpa e jeans. Il modello di tendenza è rigorosamente coordinato in un unico colore: niente stampe né loghi. Con il cappuccio o senza, la felpa si porta senza zip, effetto maglia. I pantaloni invece sono ampi e fluidi, o con l'elastico in fondo: vietati i leggins e i modelli con i bottoni laterali. I modelli più chic hanno tinte morbide e delicate: guscio d'uovo, rosa antico, celeste polvere. Sono di tendenza anche i colori neutri come il grigio, il bianco ottico o il beige. Da evitare invece tinte troppo accese o fluo.

Micheal Kors
in foto: Micheal Kors

Come abbinare la tuta per uscire

Una volta si diceva: il capo perfetto dall'ufficio all'aperitivo. Oggi che l'aperitivo è bandito e anche l'ufficio per molti si è trasferito in casa, la tuta è il capo ideale dallo smartworking alla passeggiata. Per renderla perfetta anche fuori casa bastano poche mosse: innanzitutto un cappotto elegante e possibilmente oversize. Giocando bene con l'abbinamento di colori, il contrasto è molto glamour: il cappotto beige, per esempio, esalta una tuta bianco candido. Un cappotto nero dall'aria rigorosa è perfetto su una tuta rosa pastello o beige, mentre un cappotto in lana grigia, magari oversize, sposa benissimo il celeste o le tinte pastello più delicate.

Prada
in foto: Prada

Per evitare l'effetto "sto uscendo dalla palestra" bisogna scegliere bene gli accessori: una minibag a tracolla, ad esempio, anche in un colore accesso e gli occhiali da sole. La tentazione è abbinarci le sneakers, ma vedrete che l'insieme non sfigurerà con gli anfibi e nemmeno con i tacchi, come dimostra Valentina Ferragni. L'influencer ha abbinato la tuta grigia a un paio di Mary-Jane con il tacco per una passeggiata per Milano: l'outfit ideale per una domenica di sole.