L'emergenza Coronavirus ha mandato in crisi l'economia mondiale ma nessuno avrebbe mai immaginato che i problemi finanziari avrebbero colpito anche la regina Elisabetta II. È risaputo che, tra proprietà terriere, gioielli e patrimoni reali, sia una delle donne più ricche del Regno Unito ma per lei è arrivato il momento di "farsi i conti in tasca". A causa della pandemia le sue residenze hanno subito delle perdite molto elevate, tanto che la Historic Royal Palaces, ovvero l’organizzazione che le gestisce, ha registrato dei guadagni in ribasso pari a "solo" 10 milioni di sterline (circa 11 milioni di euro). Secondo le stime, se non ci fosse stato il lockdown, invece, gli introiti sarebbero dovuti essere di oltre 110 milioni di steline.

La regina ha licenziato 86 dipendenti

Per affrontare il duro colpo la sovrana è stata costretta a fare dei tagli allo staff: fino ad ora ha annunciato che licenzierà 86 dipendenti ma non si esclude che nelle prossime settimane questo numero possa aumentare. Nei mesi a venire, inoltre, gli effetti della Brexit diventeranno ufficiali e la cosa peserà ancora di più sulle finanze dei Windsor, visto che si perderanno i fondi agricoli ricevuti annualmente dall'Unione Europea. Cosa si prevede per il futuro? Elisabetta II dovrebbe presto tornare a Buckingham Palace dopo aver passato diversi mesi a Windsor e l'estate a Balmoral, anche se verranno applicate una serie di misure restrittive per preservare la sua salute e quella del principe Filippo. Dal punto di vista economico, invece, la situazione potrebbe non migliorare fino alla prossima primavera. La regina riuscirà a fronteggiare anche questa crisi?