La principessa Charlotte sta crescendo, è ormai diventata una "piccola donna" e per lei è arrivato il momento di dire addio all'asilo. A partire dal prossimo settembre andrà in prima elementare, frequenterà la Thomas’s Battersea School di Londra ma, a dispetto di quanto si potrebbe pensare, probabilmente non apparirà impaurita e intimidita quando entrerà per la prima volta tra le aule dell'istituto. Il motivo? A dargli sostegno e a fargli da "guida" ci sarà il fratellino George, che già da due anni studia proprio lì. Anche in quell'occasione la principessina farà la smorfiosa di fronte i riflettori?

Cosa studierà Charlotte in prima elementare

Il primo giorno di scuola del principe George è ormai passato alla storia, era il 7 settembre del 2017 quando è apparso un tantino impaurito al fianco del papà William fuori la Thomas’s Battersea School di Londra, e tra qualche giorno passerà il testimone alla sorella Charlotte. La secondogenita della Royal Family ha compiuto 4 anni e a partire da settembre frequenterà la prima elementare nello stesso istituto lussuoso da 18.000 sterline all'anno del fratello. Con molta probabilità sarà Kate Middleton ad accompagnarla e di sicuro la bimba non perderà occasione per salutare i fotografi e mettere in mostra il suo carattere smorfioso. A farle da "guida" ci sarà proprio George, che sarà pronto ad aiutarla e a sostenerla se dovesse provare un po' di timore di fronte questa nuova esperienza. Questa volta non vedremo la principessina con cappottino e scarpe abbinate come era capitato nel suo primo giorno di asilo, alla Thomas's Battersea School dovrà rispettare un dress code ben preciso. Secondo le regole scolastiche, tutte le alunne devono indossare la divisa e devono tenere i capelli legati con cerchietti rossi o blu, Charlotte verrà trattata come tutte le altre, non le verranno concesse eccezioni. Quali lezioni seguirà? Per lei ci saranno corsi di lingua, di danza, giardinaggio, scrittura di testi di canzoni e recitazione. A questo punto, non resta che aspettare qualche giorno per vederla adorabile in versione scolaretta.