543 CONDIVISIONI
29 Luglio 2020
13:15

La principessa Amalia d’Olanda definita “plus-size”: la taglia è l’unico dettaglio che la definisce?

La principessa Amalia d’Olanda è finita sulla copertina di una rivista argentina a causa del suo peso. È stata definita “orgogliosamente plus-size”, scatenando innumerevoli polemiche sul web. Quello che ci si chiede è: per quanto ancora una teenager dovrà sentirsi definita dalla taglia che indossa?
A cura di Valeria Paglionico
543 CONDIVISIONI

La famiglia reale olandese è finita al centro dell'attenzione dei media la scorsa settimana, diventando protagonista di un adorabile servizio fotografico realizzato nei giardini del palazzo reale prima delle vacanze estive. Tra sorrisi smaglianti, capelli biondissimi e look abbinati, i Royals hanno dimostrato di non avere nulla da invidiare per bellezza e stile ai "cugini" inglesi, i Windsor. Oggi a riproporre quegli scatti è stato il magazine argentino "Bufera", sulla cui copertina la principessa Amalia è stata definita "orgogliosamente plus-size". L'erede al trono è apparsa più trendy che mai, indossava una chemisier azzurra con la gonna al ginocchio e dei dettagli in pizzo, il tutto abbinato a una maxi cintura che le ha segnato il punto vita. Il primo dettaglio che si nota quando la si ammira? È bellissima proprio come la mamma Maxima. Le forme generose, dunque, non sono tra le cose che la definiscono, anche perché, considerando che ha solo 16 anni, è ancora in  pieno sviluppo.

Gli utenti dei social non ci hanno pensato su due volte a reagire duramente a quelle parole della rivista di Buenos Aires, definendole "pericolose", "irrispettose" e "vergognose". Non si è preso in considerazione il fatto che, oltre a trattarsi solo di una teenager, Amalia è già stata spesso vittima di bullismo a causa del suo peso. Sono stati i genitori a supportarla e farle superare con serenità il momento difficile, anche se, ancora oggi, l'erede al trono preferisce non affrontare la questione quando viene intervistata. Il magazine ha reagito alle critiche affermando che voleva trasformare Amalia in una fonte d'ispirazione per i giovani con gli stessi problemi, peccato solo che le giustificazioni non abbiano convinto il pubblico. I reali olandesi, intanto, hanno preferito mantenere un certo riserbo, evitando di alimentare ulteriormente polemiche inutili. Quello che ci si chiede è: per quanto ancora un'adolescente dovrà sentirsi definita solo ed esclusivamente dalla taglia che indossa?

543 CONDIVISIONI
Tess Holliday sfila a New York: si ribella alla taglia di campionario e celebra la bellezza plus-size
Tess Holliday sfila a New York: si ribella alla taglia di campionario e celebra la bellezza plus-size
Una 'paghetta' da 1,6 milioni di euro: la principessa Amalia dei Paesi Bassi rinuncia alla rendita
Una 'paghetta' da 1,6 milioni di euro: la principessa Amalia dei Paesi Bassi rinuncia alla rendita
Katie, la sosia curvy di Meghan Markle: oltre la taglia 44 si può essere eleganti come principesse
Katie, la sosia curvy di Meghan Markle: oltre la taglia 44 si può essere eleganti come principesse
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni