La nostra cultura sembra essere sempre più ossessionata dal lusso e dal consumo e a Natale tutto questo è amplificato. Ogni oggetto ed ogni accessorio nei negozi e nelle nostre case è brillante, glitterato e luminoso. La parola chiave delle feste deve essere “abbondanza”. Per tutti coloro che amano lo splendore e la sontuosità di questo periodo, arrivano dei regali davvero stravaganti. Si tratta di semplici pillole placcate in oro e riempite con piccole pepite di 24 carati, che avranno un effetto particolare sul corpo di chi le ingerisce. Una volta ingoiata la pillola, ci farà espellere oro e glitter. Avete un'amica super glamour, amante del lusso e non sapete cosa regalarle? Per lei sarà un sogno fare anche le feci d'oro, era l'unica parte della sua vita in cui mancava un tocco di "eleganza". Per fortuna o purtroppo, nessuno ancora ha postato una foto del risultato finale, in ogni caso quella delle pillole per avere feci glitterate rimane la moda più kitsch del momento.

L’artista Tobias Wong e Ken Courtney, fondatore di Just Another Rich Kid, un marchio di abiti, hanno ideato la pillola dorata nel 2005, anche se solo quest’anno è stata messa in commercio. Ogni pillola costa 425 dollari, è un oggetto di lusso e sarà il regalo perfetto per gli uomini e per le donne che hanno già tutto. Questa moda negli ultimi giorni si sta diffondendo a macchia d’olio in tutto il web ed ha creato non poche polemiche. Le persone sarebbero davvero disposte a spendere tanto per fare feci glitterate? Non tutti, però, sanno che l'obiettivo dell’artista non è guadagnare con un'idea tanto ridicola e sopra le righe, ma in realtà il suo gesto è solo una provocazione nei confronti dell’eccessivo sfarzo natalizio. Le pillole glitterate intendono essere semplicemente “un attacco sociale” al mondo del lusso. Infatti, non sarebbero neppure realmente commestibili. Un medico della Johns Hopkins University ha infatti dichiarato: "Non credo che le pillole d’oro siano medicalmente consigliabili”. Certo è che molti avranno realmente desiderato di rendere i propri movimenti intestinali una meraviglia per gli occhi, in modo da ostentare la propria ricchezza anche in bagno.