Le coppette mestruali stanno diventando sempre più diffuse, sono infatti l'alternativa economica ed ecologica ai normali assorbenti ma la domanda che tutte le donne si pongono è: sono efficaci? L'incubo più grande di ogni rappresentante del sesso femminile durante il ciclo mestruale è quello di macchiare gli abiti a causa del flusso abbondante, cosa che potrebbe provocare non poco disagio e imbarazzo, soprattutto quando ci si trova in pubblico senza un cambio disponibile. Secondo alcuni studi recenti, però, anche quelle che usano le coppette mestruali non devono avere nessun timore poiché prevengono le perdite esattamente quanto gli assorbenti. Come se non bastasse, sono anche sicurissime per tutte quelle che soffrono di allergie.

La coppetta mestruale non modifica la flora vaginale

In quante hanno pensato di usare le coppette mestruali durante il ciclo, così da ridurre gli sprechi e da risparmiare? Nonostante siano sempre più diffuse, sono molte quelle che hanno ancora dei timori, hanno paura che possano provocare imbarazzanti perdite oppure fastidiose allergie. La verità è però del tutto diversa e a dimostrarlo è stato uno studio scientifico. Secondo una ricerca pubblicata su "The Lancet", le coppette sarebbero affidabili, efficaci e sicure proprio come gli assorbenti, a patto che vengano svuotate periodicamente e pulite all'occorrenza. Sono stati condotti dei test su 3.300 donne in tutto il  mondo e i risultati sono stati chiari: non solo la coppetta mestruale in media ha provocato una quantità di perdite inferiore rispetto ad assorbenti esterni ed esterni ma non ha neppure avuto effetti negativi sulla flora vaginale. Come se non bastasse, per la gioia del proprio conto in banca, è decisamente più economica dei normali assorbenti, visto che può essere riciclata ciclo dopo ciclo. Insomma, pare proprio che sia arrivato il momento di dire addio ai pregiudizi e di provare la coppetta senza inutili paure e preoccupazioni.