Tutte le amanti dello shopping di lusso, quelle che proprio non possono fare a meno di acquistare un capo firmato, possono organizzare un viaggio tra i negozi al dettaglio delle strade più care del mondo. Secondo l’indagine di “Main Streets Across the World” realizzata da Cushman & Wakefield, l’iconica Fifth Avenue di New York, quella che appare in tutti i film americani, è la strada in cui gli affitti dei negozi costano di più in tutto il mondo. Per prendere temporaneamente un immobile presente tra la 49esima e la 60esima strada bisogna pagare intorno a 3.500 dollari al metro quadro all’anno.

La famosa Fifth Avenue, con le sue boutique di lusso, è visitata da moltissimi turisti stranieri ogni anno ed è stata proprio lei ad aiutare New York a mantenere alta la sua posizione. Al secondo posto, con un affitto pari a 2.399 dollari, si è classificata la Causeway Bay di Hong Kong, a seguire ci sono i romantici Champs Élysées di Parigi con dei affitti molto più “abbordabili”, pari a 1.372 dollari, la New Bond Street di Londra che si classifica solo al quarto posto, dove prendere in affitto un negozio costa 1.321 dollari.

A registrare la maggiore crescita quest’anno sono la Grafton Street a Dublino e la piazzetta di Covent Garden a Londra. La milanese via Montenapoleone, con un canone d’affitto di 1.035, si è classificata al quinto posto. Insomma, sembra che prendere un negozio nelle vie più celebri del mondo richieda elevati investimenti di denaro. Nonostante ciò, l’indagine condotta ha dimostrato anche che sono aumentate del 35% le persone che hanno deciso di intraprendere attività simili, chissà se sono riuscite davvero a fare affari.