Salumi e carni trattate potrebbero aumentare il rischio di morte prematura

Una ricerca condotta in dieci paesi europei ha analizzato le abitudini alimentari di mezzo milione di persone, dimostrando che un elevato consumo di salumi, hamburger e carni trattate può aumentare considerevolmente il rischio di morte prematura. Cibi del genere sono infatti la principale causa di malattie cardiovascolari e cancro. Uno studio dell'European Prospective Investigation into Cancer and Nutrition dimostra inoltre che spesso gli individui che abusano di salumi hanno anche altre abitudini alimentari sbagliate, ad esempio mangiano molta meno frutta e verdura rispetto a quanto dovrebbero.

Le malattie che provocano la morte prematura – Lo studio dimostra dunque che il consumo eccessivo di tali cibi dannosi può incrementare le possibilità di morte prematura. Le persone che assumano una quantità ingente di salumi hanno il 44% di possibilità in più di incorrere nel rischio, rispetto a coloro che hanno un'alimentazione sana.  La morte prematura spesso deriva da malattie cardiovascolari (nel 72% dei casi) o dal cancro (nell'11% dei casi).