Katy Perry è diventata mamma da appena 5 giorni, lo scorso 27 agosto ha messo al mondo la sua prima figlia Daisy Dove, nata dalla relazione con Orlando Bloom, ed è più felice che mai. Non è un caso che abbia voluto condividere l'immensa gioia con i fan a poche ore dal parto, postando sui social una dolcissima foto in cui tiene la mano della bimba con tanto di manicure "abbinata" al suo nome. La cosa che nessuno si sarebbe mai aspettato è che la popstar avrebbe distrutto tutti i tabù sul tema maternità. Siamo abituati a vedere le star in splendida forma, con un ventre piatto e un corpo da urlo pochi giorni dopo la fine della gravidanza, Katy, però, ha deciso di dire no a questa convenzione, mostrando a tutti cosa significa realmente diventare mamma.

Il primo selfie da neomamma di Katy Perry

La cantante si è scattata un selfie allo specchio in versione neo-mamma, ovvero senza trucco, con i capelli spettinati e indosso l'intimo premaman, ovvero con una panciera grigia e un reggiseno per l'allattamento, ironizzando sul fatto che quello sarebbe stato il suo look per gli Mtv VMA's di ieri notte. La Perry non ha avuto paura di mettere in mostra la pancia post-parto, celebrando il corpo delle donne che hanno avuto da poco un figlio. La cosa non è poi così tanto scontata, visto che sono moltissime le colleghe della cantante che evitano ogni tipo di foto che possa rivelare smagliature e imperfezioni a pochi giorni dal parto, preferendo mostrarsi in pubblico solo quando si recupera tonicità e forma fisica impeccabile.

Katy Perry e la lotta contro gli stereotipi

Non è la prima volta che Katy Perry diventa la regina della body positivity, lo aveva già fatto negli anni scorsi definendosi una "donna vera" e non un manichino. Si è sempre battuta duramente per far capire a tutti che non bisogna essere ossessionati dalla taglia o dai possibili chiletti di troppo, ognuno deve trovare il proprio equilibrio e può sentirsi bellissimo e felice anche se si distacca dagli stereotipi di bellezza comunemente accettati. Ora che è diventata mamma, la battaglia contro le convenzioni continua ad andare avanti: il corpo di una donna che mette al mondo una vita potrà anche avere qualche "imperfezione" come pancetta e smagliature ma è meraviglioso così com'è perché autentico. Non sarebbe forse arrivato il momento di lasciare un po' di "tregua" alle mamme che affrontano il post gravidanza,  piuttosto che spingerle a recuperare a tutti i costi la forma, inseguendo dei modelli impossibili?