In Gran Bretagna il lockdown è finito a inizio giugno ma, nonostante ciò, la Royal Family continua a "latitare". Il principe William e Kate Middleton sono ancora in isolamento ad Anmer Hall con i figli e, tra passeggiate in giardino e videochat, sembrano non rimpiangere affatto gli eventi pubblici. Presto, però, le cose cambieranno: i Cambridge si stanno preparando alla loro prima uscita ufficiale dopo la quarantena. Secondo Nigel Cawthorne, un noto esperto di affari reali, avranno un ruolo molto importante: sostenere la monarchia e risollevare il morale dei sudditi dopo uno dei periodi più difficili e preoccupanti della storia. A chi si ispireranno per avere la certezza di essere impeccabili? Alla compianta principessa Diana, che durante l'epidemia di AIDS distrusse una fake news che circolava, cominciando a stringere le mani a tutti.

Così facendo, dimostrò che quel semplice gesto non era pericoloso perché non avrebbe potuto trasmettere la malattia. Come lei, anche William e Kate dovranno dare prova del fatto che la vita può riprendere in modo "normale" dopo la quarantena, anche se si dovranno rispettare una serie di misure di sicurezza, dall'indossare la mascherina all'evitare gli assembramenti, fino al lavarsi spesso le mani. Per il momento non si conosce ancora la data ufficiale del primo impegno pubblico della coppia, l'unica cosa che sembra essere certa è che saranno loro i primi a riprendere a lavorare a pieno ritmo. La regina Elisabetta, invece, rimarrà in isolamento nel castello di Windsor fino alla fine della pandemia. Avendo più di 90 anni, è un soggetto a rischio, dunque si farà il possibile per preservare la sua salute, anche se significherà tenerla lontana dagli eventi ufficiali per un anno intero.