Kaia Gerber è la figlia di Cindy Crawford e, nonostante abbia solo 16 anni, è già diventata una star internazionale. E' richiesta sulle passerelle più ambite, ha sfilato per innumerevoli Maison e il suo nome è su tutti i giornali. Di recente è anche stata scelta da Chanel come testimonial della nuova linea di borse per la primavera, peccato solo che le sue foto siano finite al centro delle polemiche del web. Il motivo? La top model indosserebbe degli abiti troppo corti, considerati inadatti per una minorenne.

Le critiche alla foto di Kaia Gerber per Chanel

La nuova campagna pubblicitaria realizzata dalla Maison francese Chanel per lanciare la collezione di borse per la Primavera/Estate 2018 vede come protagonista degli scatti Kaia Gerber, la figlia di Cindy Crawford, che posa nella celebre casa di Coco Chanel. La modella è stesa sul diano, ha tra le mani la Gabrielle, la it-bag della casa di moda, e indossa un minidress bianco con un corpetto senza spalline e una gonna cortissima che mette in risalto le lunghe gambe. L'outfit è stato subito notato dagli utenti dei social, che non hanno potuto fare a meno di scagliarsi contro l'azienda. Il motivo? L'abito che è stato fatto indossare alla top model sarebbe troppo corto e dunque inadatto per una ragazza minorenne come Kaia. "Ma fate sul serio? Ha solo 16 anni. Che cosa starebbe promuovendo vestita così?", "È bellissima. Davvero una bellissima ragazza. Ma troppo giovane per questo tipo di pubblicità", È troppo giovane e vestita a malapena. Ha 16 anni e sta nell’appartamento di proprietà di Coco Chanel", sono solo alcuni dei commenti che si leggono sotto la foto postata su Instagram.

Certo, non sono mancati quelli che l'hanno difesa, affermando che è davvero meravigliosa, ma è innegabile il fatto che la sua vita è diversa da quella delle normali adolescenti. La Gerber, però, ha preferito non rispondere alle polemiche: ha intenzione di seguire le orme della mamma e non permetterà a nessuno di ostacolarla.