Il principino George ha compiuto da pochi giorni 7 anni ma, nonostante la tenerissima età, si sta rendendo conto del fatto che la sua vita non è proprio identica a quella dei coetanei e non solo perché vive in meravigliosi palazzi reali con decine di stanze ed enormi giardini. La linea di successione al trono parla chiaro: un giorno diventerà re della Gran Bretagna ed è per questo che fin da piccolo deve prepararsi, così da ricoprire al meglio questo arduo ruolo una volta grande. Se fino a qualche tempo fa, però, tutto gli sembrava solo un gioco, ora le cose si stanno facendo serie. Sarà perché viene trattato in modo differente rispetto ai fratelli o perché semplicemente è cresciuto, ma la cosa certa è che il primogenito di William e Kate Middleton sta cominciando a sentirsi "diverso".

Durante la quarantena si è impegnato in azioni di volontariato e, come se non bastasse, spesso viene "prelevato" per servizi fotografici con il papà, il nonno Carlo e la bisnonna, dando vita a ritratti di famiglia che rimarranno alla storia. Certo, i genitori cercano di non fargli sentire eccessivamente il peso di questa incombenza ma è chiaro che la sua vita presto sarà completamente diversa rispetto a quella di Charlotte e Louis. William, però, ha le idee molto chiare: dato che a lui non è stata lasciata scelta sul percorso di vita da erede al trono, vuole che il figlio, al contrario, sia libero di dedicarsi alle attività che più gli piacciono come il calcio e i giochi all'aperto a contatto con la natura. Per il momento, dunque, l'infanzia di George sembra andare avanti abbastanza spensierata: negli anni prossimi la situazione cambierà?