I termocamini, a legna o pellet, a differenza dei normali camini concedono un rendimento di combustione superiore del 70%, sono in grado di riscaldare ambienti molto più ampi e, proprio grazie alla loro efficienza, non gravano sui consumi. Inoltre, sono da preferire ai camini tradizionali anche sul piano della sicurezza, soprattutto nel caso in cui la canna fumaria non garantisca un tiraggio corretto.
In commercio è possibile trovare termocamini con funzionamenti diversi, ad aria, ad acqua o misto, pur presentando la medesima struttura monoblocco, costituita da una canna fumaria per lo sfiato dei fumi e da un focolare protetto da un vetro, nel quale va introdotto il combustibile utile per l'alimentazione (legna, pellet o entrambi).

In questa guida vi aiuteremo a trovare, tra i  tanti modelli disponibili online, il migliore termocamino in base alle vostre esigenze.

Classifica dei migliori termocamini

Per trovare il miglior termocamino abbiamo selezionato quelli che sono i modelli di maggiore qualità presenti in commercio.

Termocamino con forno Greco Shop

Il primo prodotto della classifica è questo Termocamino con forno Greco Shop. In particolare parliamo di un termocamino/stufa a legna in grado di garantire un calore ideale in ambienti anche abbastanza grandi.

Il modello è infatti realizzato rispettando tutte le normative europee in termini di sicurezza ed efficienza energetica. La struttura è realizzata in acciaio ad alto spessore che garantisce una certa robustezza, e verniciata con prodotti di qualità resistenti alle alte temperature. Il vetro ceramico presente nella zona anteriore, è testato per sopportare temperature anche fino ai 1000°.

Il prezzo per la qualità offerta ci sembra davvero molto buono.

Termocamino a legna Edilkamin

Con questo termocamino a legna Edilkamin passiamo a un prodotto di fascia e qualità decisamente più alte. In particolare questo modello è caratterizzato dalla caldaia che avvolge completamente il focolare aumentando di molto la superficie di scambio e garantendo un'ottimizzazione del calore maggiore.

Il piano fuoco è realizzato in ghisa, tra i migliori materiali per prodotti termici, mentre la struttura del focolare è in robusto acciaio inox. Presenta anche un braciere e l'attacco per il girarrosto. I piedini di rialzo sono in dotazione.
Un prodotto come detto di qualità davvero elevata con un prezzo giusto.

Termocamino Palazzetti

Passiamo a questo termocamino Palazzetti altro modello di altissima qualità. Nello specifico si tratta di un termocamino con un'ampia porta frontale realizzata in resistente vetroceramica. La porta presenta l'apertura a scorrimento verso l'alto e prevede una valvola fumi ad apertura automatica. La potenza termica nominale è di 27,4 Kw in grado di riscaldare in maniera soddisfacente anche ambienti di medie dimensioni.

La struttura è decisamente robusta, con un peso di 250 Kg, realizzata con materiali di ottima qualità. Il prezzo è ottimo per quella che potrebbe diventare la vostra soluzione di riscaldamento definitiva.

Termocamino La Nordica

Anche questo termocamino La Nordica è un'altra ottima soluzione da tenere in considerazione. Nello specifico si tratta di un modello completo dalle prestazioni eccezionali e i consumi ridotti grazie alla classe energetica A+. Il focolare è in robusta ghisa mentre il vetro anteriore in vetroceramica è in grado di sopportare temperature fino anche a 750°. Dal punto di vista funzionale presenta aria primaria e secondaria regolabile, mentre l'aria terziaria è presettata con sistema di post combustione.
Anche la manutenzione è molto semplice grazie al cassetto per la cenere estraibile.

Prezzo davvero ottimo per la qualità offerta.

Bio Camino modello Emily

Tra i migliori modelli non potevamo non inserire questo Bio Camino modello Emily. Parliamo di un caminetto completamente realizzato a mano e dall'aspetto molto gradevole.

Il modello è davvero molto compatto in quanto misura 80x68x32 cm con un peso di soli 25Kg. Nonostante questo garantisce ottime prestazioni in termini di riscaldamento e include ben 21 accessori per poterlo utilizzare al meglio.
Il colore della struttura è granito luce e il prezzo a nostro avviso davvero molto conveniente.

La Nordica 650

Torniamo su un prodotto La Nordica con questo termocamino. Si tratta anche in questo caso di un termocamino a legna dalle prestazioni elevate.

Il prodotto è costruito interamente in acciaio con una struttura solida e resistente. Il vetro a scomparsa è in grado di sopportare anche temperature molto elevate mentre la doppia combustione assicura un riscaldamento ottimale in ogni ambiente. Presenta un ampio braciere in ghisa dallo spessore elevato.

Prezzo giusto per un prodotto di alta qualità.

Caminetto a bioetanolo KLARSTEIN

Se siete alla ricerca di una soluzione più economica ma comunque soddisfacente, questo caminetto a bioetanolo KLARSTEIN potrebbe essere la scelta giusta.

Si tratta di un caminetto che riscalda ambienti di medie dimensioni, grazie ai 1,9 Kw di potenza, senza produrre fumi, grazie al principio CleanFire. Il serbatoio è da 0,6 litri, realizzato in solido acciaio inox, e garantisce fino a 2 ore di fuoco scoppiettante.
Dal punto di vista estetico è davvero molto gradevole e facilmente adattabile a qualsiasi ambiente.

Guida all'acquisto: come scegliere un termocamino

Come vi avevamo anticipato ci sono davvero tanti modelli diversi tra i quali scegliere e, come se non bastasse, ci sono numerosi fattori importanti di cui tener conto prima si acquistare un termocamino.

Abbiamo raccolto qui di seguito quelli che sono gli aspetti più importanti.

Caratteristiche e tipologia

La prima cosa da comprendere è la tipologia di termocamino che si desidera e le relative caratteristiche. Come avrete notato anche scorrendo la classifica, infatti, esistono diverse tipologie di caminetti che possono variare tra di loro, principalmente, per il tipo di alimentazione.

Esistono ad esempio i termocamini a legna, che sono la maggior parte, i quali utilizzano come combustibile lo stesso adoperato per i camini tradizionali. Questi sono in grado di garantire una resa termica davvero efficace ma, al contempo, possono portare qualche problema in termini di pulizia, come i camini classici o le stufe a legna.

In alternativa esistono anche i termocamini a pellet che sfruttano questo combustibile così ampiamente diffuso. In termini di resa termica sono in alcuni casi anche superiori ad alcuni modelli a legna anche se il pellet, per quanto riguarda i costi, può essere più dispendioso. Esistono anche dei modelli combinati legna e pellet che offrono la possibilità di utilizzare entrambi i materiali a proprio piacimento.

Infine meno diffusi sono i termocamini a bioetanolo. Questi sono di sicuro quelli più dispendiosi in termini di costi ma garantiscono comunque una buona resa. Il bioetanolo è un carburante liquido e incolore che si ottiene dalla fermentazione di materiale vegetale, quindi totalmente ecosostenibile.

Importante specificare che tutti i sistemi possono essere sfruttati non solo per il riscaldamento diretto tramite il combustibile, ma anche per la produzione di acqua calda, andando quindi a sostituire altri sistemi come le caldaie a condensazione o gli scaldini.

Funzionamento

I termocamini possono essere ad aria, ad acqua o con funzionamento misto. Il termocamino ad aria presenta un'intercapedine d'aria collocata tra il rivestimento esterno e quello interno. L'aria viene quindi riscaldata dal nucleo attivo del camino, e fatta circolare dall'esterno verso l'interno, e viceversa, grazie a un sistema di ventilazione forzata. I termocamini ad aria sono tendenzialmente più semplici da installare, in quanto non collegati all'impianto dei termosifoni, e molto più economici.
Il loro funzionamento è paragonabile, per certi versi, a quello di una comune stufa o camino.

I termocamini ad acqua presentano invece un funzionamento leggermente più articolato. L'acqua dei termosifoni si riscalda all'interno dello scambiatore di calore del camino e attraverso un'intercapedine collocata sul fondo del camino stesso. In fase di accensione la porta della camera resta aperta, lasciando aperta anche la serranda fumi, in modo tale da far defluire i fumi verso la canna senza ostacoli. Una volta raggiunta la temperatura desiderata, è possibile chiudere la porta, e di conseguenza anche la serranda fumi. In questo modo i fumi, prima di defluire verso l'esterno, cedono calore a tutta la struttura, mantenendo la temperatura.

Installazione

Anche l'installazione del termocamino rappresenta un punto fondamentale di cui tener conto. Come i tradizionali camini questi dispositivi necessitano di essere allacciati a una canna fumaria che permetta ai fumi di fuorisucire dall'abitazione tramite un'apposita presa d'aria collocata verso l'esterno. Questo implica naturalmente che la posizione, una volta scelta, non potrà essere modificata tanto facilmente.

Assicuratevi quindi che il termocamino sia installato nella stanza nella quale passate la maggior parte del tempo in modo che possiate beneficiare al meglio del calore erogato.

Resa termica

La resa termica del termocamino che andrete a scegliere dipenderà naturalmente dalle dimensioni della stanza nella quale dovrà "operare". Per resa termica si intende proprio la capacità del dispositivo di riscaldare un detereminato ambiente al meglio.

Pur essendo un fattore molto variabile che dipende dalla potenza termica del dispositivo e, come detto, dalle dimensioni della stanza, oltre che dall'isolamento termico della stessa, possiamo fare degli esempi generici per aiutarvi nella scelta.
Per un appartamento con una grandezza di 100mq è necessario che un termocamino nella media sia attivo per circa sei ore in modo da garantire fino a 16 ore di acqua calda, oltre a riscaldare al meglio l'ambiente. Il consumo di legna sarà intorno ai 20Kg, leggermente inferiore il pellet, anche se quest'ultimo lo ricordiamo ha un costo maggiore.

Con l'aumentare delle dimensioni della casa aumenta naturalmente anche il fabbisogno energetico e il tempo di attività necessario per riscaldare al meglio l'ambiente.

Sicurezza e materiali

La sicurezza è un aspetto importantissimo quando si parla di dispositivi riscaldanti. A prescindere dal tipo di combustibile che sceglierete è fondamentale che il termocamino sia totalmente sicuro e non rappresenti un pericolo per voi e per gli altri.

I materiali in questo possono fare senza dubbio la differenza. Generalmente la struttura principale deve essere realizzata con materiali robusti, come ad esempio l'acciaio inox (tra i più resistenti) e essere trattata con vernice termoresistente in modo da sopportare anche temperature molto elevate.

Lo stesso discorso vale anche per il vetro di protezione, che scherma il combustibile, nel caso di legna o pellet, dall'utilizzatore. Il miglior materiale in questo senso è il vetroceramica che, nei migliori modelli, può arrivare a sopportare anche temperature intorno ai 1000 gradi.

Per quanto riguarda i termocamini che sfruttano combustibili liquidi come il bioetanolo assicuratevi invece che la camera di combustione sia ben isolata rispetto a quella che ospita il carburante.

Sempre restando nell'ambito della sicurezza esistono inoltre alcuni termocamini che permettono di bruciare il monossido di carbonio prodotto dalla combustione stessa. Questo sistema, per poter funzionare, prevede la presenza di una seconda o di una terza combustione in grado di produrre solo anidride carbonica, totalmente inoffensiva per noi.

Manutenzione e pulizia

La fase di manutenzione è importantissima quando si parla di termocamini e di dispositivi riscaldanti in generale. Considerate che le parti da ripulire sono sostanzialmente due: la camera di combustione e il vetro.

Per quanto riguarda la prima la pulizia non è diversa da quella di un comune camino, in quanto bisogna rimuovere i residui di cenere prima di disporre del nuovo combustibile.
Il vetro risulta molto semplice da ripulire in quanto è sufficiente utilizzare un prodotto adatto ai vetri da forno per ottenere un buon risultato ed evitare che si opacizzi.

Design e accessori

Come abbiamo avuto modo di vedere i vari termocamini differiscono tra di loro anche per il design, la forma e gli accessori che presentano. Molto spesso infatti, i modelli più completi, non fungono solo da dispositivi riscaldanti o per la produzione dell'acqua calda, ma possono essere utilizzati anche come forni e superfici di cottura.

Molti ad esempio presentano una vera e propria griglia sulla quale poter cuocere, altri gli inserti per spiedini e girarrosto e così via. Insomma acquistare un modello che offre anche queste caratteristiche rappresenta senza dubbio un plus importante.

Marca

Anche per i termocamini esistono marche che sono migliori di altre per qualità e sicurezza. In particolare tra i migliori marchi segnaliamo sicuramente Palazzetti e Vulcano che offrono termocamini di assoluta qualità così come Edilkamin da anni un punto di riferimento del settore.

Altre marche interessanti sono La Nordica specializzata nei dispositivi riscaldanti di ogni tipo e Outsunny.

Prezzo e budget

Il prezzo del termocamino può essere senza dubbio un indicatore importante della sua qualità. I migliori modelli infatti presentano comunque dei costi abbastanza elevati ed è importante che consideriate un determinato budget per assicurarvi una soluzione di riscaldamento che sia definitiva.

Volendo quantificare, i migliori termocamini hanno generalmente un prezzo compreso tra i €2000 e i €3000. Esistono poi anche soluzioni più economiche con prezzi dai €500 in su per un prodotto di fascia media e tra i €200 e i €400 per prodotti di fascia più bassa.