Ricordate la tipica frase da approccio anni ’90 “Hai da accendere?” utilizzata per rompere il ghiaccio ed iniziare una conversazione? Dimenticatela, perché i single dicono no alle sigarette, come rivela il sondaggio di Speed Date. Un tempo non troppo lontano, si fumava per dimostrare qualcosa agli altri prima che a se stessi, quel classico bruciare le tappe e fingersi più grandi; la sigaretta era un grido di ribellione a cui tutti si appellavano per ricevere le più diverse attenzioni. Ormai questo atteggiamento non ha più ragione di esistere, dati i rischi per la salute e la pessima “qualità” di una merce sempre meno valida come quella del tabacco che si trova nelle sigarette; è inoltre un potente deterrente per chi ha un buon olfatto; ed è per questo che molti single bocciano le sigarette.

Il 61,5% dei single che hanno partecipato al sondaggio di Speed date ha dichiarato che la causa principale che li spinge a non fumare è salvaguardia della propria salute. Il 24,8% sceglie di dire no al fumo perché non ne sopporta l’odore, motivo che implica una selezione anche nella scelta di un ipotetico partner; mentre il restante 13,7% ha scelto di recente di non fumare per una questione di principio/economica, dato l’aumento dei costi che porta ad equiparare l’acquisto di un pacchetto di sigarette ad un pasto da fast food.